Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Blitz dei carabinieri all’Hotel House. Trovata eroina e quattro le persone denunciate

Nel corso dell'operazione sono state identificate 95 persone tra le quali due stranieri irregolari. Rinvenuta una discarica a cielo aperto dove i militari dell'Arma hanno trovato ammassati frigoriferi, pneumatici e pensili da cucina. Controllate anche le attività commerciali presenti nel palazzone

Hotel House
Hotel House

PORTO RECANATI – Più di un chilo di eroina sequestrato, 4 persone denunciate e scoperta anche una discarica abusiva a cielo aperto. È questo il bilancio del maxi blitz compiuto nella giornata di ieri, martedì 19, all’Hotel House di Porto Recanati dai carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche, guidati dal Maggiore Enzo Marinelli. Un’attività eseguita nell’ambito di una operazione congiunta con i militari dell’Arma del Comando provinciale di Macerata, del Gruppo Forestale di Macerata, del Nucleo Cinofili di Pesaro, del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Macerata con il supporto di un elicottero del 5 Nec di Pescara che ha controllato la zona dall’alto.

Un grande dispiegamento di forze che ha impegnato circa 46 carabinieri nell’ambito di una attività di contrasto all’immigrazione clandestina, allo spaccio di sostanze stupefacenti e ai reati in genere. I militari dell’Arma, oltre a controllare il piazzale del condominio multietnico hanno passato al setaccio anche i casolari disabitati che si trovano nelle vicinanze.

L’eroina sequestrata

Nel corso dell’irruzione all’interno del condominio, i carabinieri hanno controllato 25 appartamenti dei quali 6 sono stati passati al setaccio e hanno identificato 95 persone tra le quali 2 stranieri irregolari gravati da ricorsi amministrativi da parte delle questure di Napoli e Ravenna per il conseguimento dell’asilo politico. Nella scala antincendio del settimo piano erano nascosti 104,5 grammi di eroina che però non sono sfuggiti all’occhio dei militari.

Nel piazzale esterno invece sono state trovate aree di sversamento e 2 auto prive di copertura assicurativa che i carabinieri hanno posto sotto sequestro, mentre nelle aree adiacenti al parcheggio condominiale (una cinquantina di metri a nord e 150 metri a sud ovest) è stata trovata una discarica a cielo aperto, dove erano ammassati rifiuti abbandonati e auto fuori uso. Frigoriferi, pensili da cucina, pneumatici, c’era un po’ di tutto. I militari hanno denunciato il legale responsabile del parcheggio per deposito incontrollato di rifiuti.

Il blitz dei carabinieri all’Hotel House

La vasta operazione ha portato anche al deferimento all’Autorità Giudiziaria di un 34enne tunisino senza fissa dimora per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: l’uomo è stato infatti trovato in possesso di 1 grammo di hashish diviso in due dosi pronte per essere cedute.

Dal controllo delle attività commerciali presenti nel palazzone i militari hanno multato per quattromila e 500 euro e denunciato il titolare di un supermercato per omessa vigilanza sanitaria sui dipendenti, omessa formazione sulla sicurezza e sull’informazione circa i rischi connessi all’attività lavorativa, oltre che per aver installato nel negozio un impianto di video sorveglianza non autorizzato.

 

Il titolare di un alimentari è stato invece multato per mille e 500 euro perché nella sua attività i carabinieri hanno trovato e sequestrato 10 chili di carne ovina priva della rintracciabilità.

La carne priva di rintracciabilità

Per gli stessi reati i militari hanno multato il titolare di un bar per 6 mila e 200 euro. Nel locale i carabinieri hanno rilevato anche carenze igenico sanitarie, per le quali hanno inviato una segnalazione all’Asur, e l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per non aver eseguito la valutazione dei rischi.

«Continua l’azione di contrasto alla illegalità presso l’hotel house – ha commentato il sindaco di Porto Recanati Roberto Mozzicafreddo – Me ne rallegro e mi congratulo con le forze dell’ordine per quello che fanno».

Il senatore Paolo Arrigoni, membro del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, nel commentare la notizia ha posto l’accento sul fatto che «i maggiori controlli» annunciati all’hotel House siano stati effettivamente posti in essere anche a tutela dei «tanti residenti onesti» che, come ha sottolineato, sono «stati abbandonati per anni». Arrigoni ha poi ricordato che grazie al Decreto Sicurezza arriveranno nel quinquennio 8mila nuove assunzioni tra le Forze dell’Ordine ed ha infine ringraziato
il Prefetto Iolanda Rolli, il Questore di Macerata Antonio Pignataro, e le forze dell’ordine «per l’impegno e gli ottimi risultati conseguiti».