Incendio in un capannone a Vallefoglia, il sindaco Ucchielli: «Finestre chiuse»

Interviene il primo cittadino del borgo in provincia di Pesaro. Ordinanza sindacale finchè l'Arpam non avrà effettuato i controlli. Da Ancona il Nucleo investigativo dei vigili del fuoco per capire se si tratta di un rogo doloso o accidentale

Vigili del Fuoco

PESARO – Incendio in un capannone a Bottega di Vallefoglia. Scatta l’ordinanza per tenere chiuse porte e finestre.

Le fiamme sono partite poco dopo le 2 di notte e hanno parzialmente distrutto il capannone della ditta Fuligna & Sensoli, in via dell’Industria, azienda che produce prefabbricati per mobili. Il rogo ha procurato la caduta di un’arcata e sono stati distrutti anche materiali di lavorazione e macchinari.

Sul posto i Vigili del Fuoco con cinque mezzi e 11 uomini poter domare le fiamme. Una densa colonna di fumo è salita in cielo. È intervenuto anche il nucleo investigativo dei vigili del fuoco di Ancona per determinare le cause del rogo, se si tratta di un incidente o di dolo.

Intanto il sindaco di Vallefoglia Palmiro Ucchielli ha emanato un’ordinanza in cui raccomanda la chiusura di porte e finestre e qualsiasi altra apertura delle abitazioni delle frazioni di Bottega, Montecchio e zone circostanti in attesa delle verifiche ambientali e sanitarie da parte di Arpam e Asur. «Vogliamo prima analizzare se il fumo sprigionato sia nocivo e ci siano ancora particelle. L’altra preoccupazione è capire se sia un incendio casuale o doloso. Noi su quella parte di territorio insistiamo che è ricco e appetibile alla malavita organizzata e che quindi bisogna avere occhi aperti».

L’ordinanza include anche il divieto di svolgimento di manifestazioni o eventi all’aperto che comportino riunione di persone e il divieto di raccolta e consumo di ortaggi coltivati per uso domestico raccolti dalla data odierna fino a nuova disposizione, nonché il divieto di utilizzo di condizionatori o qualsiasi altra apparecchiatura che porti aria esterna all’interno delle abitazioni, uffici, negozi.