Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Pesaro, oltre 800 oggetti sequestrati agli abusivi. Il deposito nell’hotel dismesso

Fuggi fuggi in spiaggia per i controlli di Polizia Locale e Capitaneria. Il Rex il luogo dove gli abusivi hanno imboscato i borsoni con gli oggetti

PESARO – Controlli contro l’abusivismo commerciale, continua la pressione della polizia locale e della capitaneria di porto contro il commercio illegale. E nel blitz, gli agenti hanno scoperto il nascondiglio della merce dei venditori abusivi, sistemato in un hotel dismesso.

Nella mattinata di martedì 27 agosto i controlli si sono concentrati nella zona del litorale di levante, in particolare al Genica, che come sempre diventa un punto in cui gli ambulanti si concentrano per esporre la loro merce. Alla vista degli uomini in divisa, il fuggi fuggi dei mercanti. Scappando, i venditori hanno abbandonato i loro sacchi e zaini. Gli agenti della Locale hanno recuperato e sequestrato collane, anelli, borselli, abiti e occhiali.

Ma gli agenti hanno seguito una pista e sono finiti all’Hotel Rex, oggi interessato da lavori e in parte dismesso. Qui gli operatori della Polizia Locale e della capitaneria hanno trovato altri borsoni degli abusivi e li hanno sottratti al commercio illegale. In totale 828 oggetti tolti dal mercato nero. La polizia locale annuncia nuovi controlli nelle prossime settimane.

Nella mattinata non è stato pizzicato nessuno tra i venditori abusivi, ma negli scorsi controlli ci sono stati anche dei Daspo. Si tratta di un allontanamento di 48 ore dai luoghi dove è stato sorpreso a commerciare sprovvisto di licenza. In caso di reiterazione il Questore potrebbe allontanarlo per sei mesi e multarlo per 5000 euro.
Per i primi sette mesi dell’anno risultano 23 gli ordini di allontanamento nell’ambito urbano. In tutto il 2018 complessivamente sono stati 28 gli ordini di allontanamento temporaneo emessi dai vigili.
Ci sono stati anche quattro casi di multe da 5000 euro elevate ai venditori abusivi. E anche situazioni di sequestri di merce contraffatta a finto marchio Guess e Rayban. In totale sono stati 190 i pezzi sequestrati.