Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Furto di mobili pregiati a Corridonia, fermato imprenditore del posto

L'uomo, 41enne incensurato, insieme ai due complici che sono riusciti a fuggire, aveva caricato su un furgone un tavolo di legno massello. Nella sua abitazione, sono state rinvenute 24 sedie rubate in precedenza

CORRIDONIA – Un imprenditore 41enne è stato fermato dai carabinieri per furto di mobili all’interno di una ditta di Corridonia. Il fatto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri (28 ottobre).

Al centralino dei militari dell’Arma della stazione locale è arrivata una segnalazione da parte di un residente che aveva visto in via Conce tre uomini introdursi all’interno di un magazzino di legami. Immediato l’intervento dei carabinieri che una volta giunti sul posto notano un furgone Iveco con il cassone aperto all’interno del quale c’era un tavolo in legno massello di circa 2 metri e mezzo pronto per essere sottratto all’azienda.

I militari hanno notato subito che l’interno della ditta era illuminato da torce. Chiedono rinforzi alla centrale operativa, ma nel frattempo i ladri si accorgono della presenza dei carabinieri e provano a scappare lanciandosi in una corsa furiosa lungo le scale. Una fuga in piena regola che però riesce solo per due di loro, infatti l’altro complice è stato riconosciuto e fermato dai militari: si tratta di un imprenditore del luogo di 41 anni, incensurato. Per l’uomo sono scattati gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Durante le verifiche all’interno della ditta di legami i carabinieri si accorgono che la banda aveva accatastato altro mobilio pronto per essere caricato sul furgone e rubato: fra questi mobili c’era anche un altro tavolo lungo circa 4 metri e diverse sedie di legno massello. Insomma mobilio pregiato che avrebbe consentito alla banda un bel guadagno. All’atto della perquisizione condotta dai carabinieri nell’abitazione del 41enne, sono state recuperate 24 sedie identiche a quelle pronte per essere sottratte dall’azienda di Corridonia e rubate in precedenza.