Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Coltelli, sangue e vetri rotti: scene da far west al bar Blasco di Porto Sant’Elpidio

Tre persone al pronto soccorso con ferite da arma da taglio; è il bilancio dell’aggressione in stile “far west” avvenuta nella tarda serata di ieri al bar Blasco di Porto Sant’Elpidio. Indaga la Polizia

PORTO SANT’ELPIDIO – Sangue sull’asfalto, vetri in frantumi, coltelli a terra, sedie e tavoli rotti ovunque. È lo scenario che si sono trovate davanti le forze dell’ordine ieri sera, poco dopo le 22, quando sono intervenute al bar Blasco di Porto Sant’Elpidio, in via Faleria.

Stando alle prime ricostruzioni, tre uomini di origine straniera sarebbero entrati all’interno dell’esercizio commerciale qualche minuto prima delle 22. All’interno del bar c’erano il titolare Lello Agresti, la moglie e un cliente. I tre, feriti probabilmente in seguito a un scontro, hanno cercato rifugio nell’esercizio commerciale ma la banda “nemica” non ci ha messo molto a trovarli.

Altre sette persone infatti sono poi entrate nell’attività commerciale e a quel punto è continuata l’aggressione: tre gli uomini trasportati al pronto soccorso dalla Croce Verde di Porto Sant’Elpidio con ferite da arma da taglio mentre altri sette sono fuggiti. Lanciato l’allarme in pochi minuti sono arrivati gli operatori della Polizia che hanno avviato le indagini e che non escludono nessuna pista.

«Un episodio gravissimo, direi anche spregevole, in una zona che da diverso tempo si sta riqualificando non soltanto con il fior fiore della attività sportive e dei circoli ma anche con bellissime attività traversali per i più piccoli. Una zona, quella a sud della città, costantemente presidiata dalle forze dell’ordine e dalla nostra Polizia locale e dove sono presenti anche le più moderne tecnologie dal punto di vista delle telecamere». Con queste parole il sindaco di Porto Sant’Elpidio, Nazareno Franchellucci ha commentato quanto accaduto ieri sera presso il bar Blasco.

«Questa mattina ho avuto modo di parlare con il questore al quale ho chiesto un aggiornamento e posso dire che si sta facendo il massimo del lavoro per andare ad approfondire l’episodio di ieri sera; un episodio che rientra in un contesto che non riguarda tanto Porto Sant’Elpidio ma il più vicino quartiere di Lido Tre Archi – ha aggiunto il primo cittadino -. Sono soddisfatto delle rassicurazioni avute dal capo della Polizia sia per l’attività puntuale legata a quanto accaduto ieri sia per la programmazione di interventi messa in atto per la riqualificazione della zona. Una riqualificazione positiva – ha concluso Franchellucci – non solo da parte nostra ma anche da parte del sindaco Paolo Calcinaro con i fondi del bando delle periferie. Speriamo, in questo modo, che episodi di questo genere, diminuiscano e scompaiano del tutto».

Un ennesimo episodio di sangue è avvenuto questa mattina, intorno alle 11:00, proprio nel vicino quartiere di Lido Tre Archi. I militi del 118 infatti sono stati allertati per un ragazzo ferito al mento e all’orecchio. Una volta medicato, il giovane ha rifiutato il trasporto in ospedale ma le forze dell’ordine l’hanno condotto in caserma per cercare di capire se l’episodio di questa mattina possa essere legato a quello avvenuto ieri sera al bar Blasco.