Inseguito dai cinghiali in via Del Molino a Fabriano

Il fatto è accaduto ieri, 20 marzo, intorno alle 19 in una zona dove vivono famiglie con bambini. «Non è possibile che non si possa fare qualcosa per evitare che questi incontri ravvicinati, pericolosi, continuino a verificarsi», racconta il protagonista dell'episodio

L'orto dopo il passaggio dei cinghiali

FABRIANO – Rientro a casa con inseguimento da parte di una mamma cinghiale per un fabrianese residente in via Del Molino. È accaduto ieri, 20 marzo, intorno alle 19. «Non è possibile che a Fabriano non si possa fare qualcosa per evitare che questi incontri ravvicinati, pericolosi, continuino a verificarsi». Tanto più che nelle case vicine al luogo dell’inseguimento vivono dei bambini.

Gli avvistamenti di cinghiali a Fabriano si susseguono a ritmo serrato. Non passa settimana senza che gli ungulati siano immortalati mentre si trovano in più punti della città, cimiteri compresi. Un problema non di poco conto per la sicurezza dei residenti e, in linea più generale, degli automobilisti.

L’ultimo episodio, in ordine cronologico, è accaduto ieri all’imbrunire in via Del Molino, nei pressi del fiume Giano. «Stavo rientrando a piedi a casa, quando all’improvviso ho sentito un grugnito poco distante da me. Ho avuto difficoltà a mettere a fuoco mamma cinghiale che era vicino a un cespuglio. Ma quando ho scorto i suoi tre cuccioli, ho capito che rischiavo molto», racconta un fabrianese residente nella zona.

«Il cinghiale ha iniziato a muoversi nella mia direzione ed ho subito corso, afferrando un bastone e iniziando a urlare per attirare l’attenzione dei vicini e sperare, nel contempo, di spaventare l’ungulato». Un momento rischioso che, fortunatamente, ha dato i frutti sperati. Mamma cinghiale, infatti, dopo alcuni metri ha desistito dall’inseguire l’uomo, avendo raggiunto il proprio scopo, vale a dire quello di difendere i suoi tre cuccioli.

L’episodio, comunque, riporta in auge il rischio presenza massiccia di cinghiali a Fabriano. Gli avvistamenti si susseguono e le situazioni di pericolo possono essere dietro l’angolo, sia per le persone che per gli automobilisti.

«Nella mia zona, ho un orto, rompono in continuazione la recinzione e devastano tutto per mangiare. Ci siamo abituati e, paradossalmente, non ci facciamo quasi più caso. Ma ciò che è successo ieri, invece, è preoccupante perché, lo ripeto ci sono molti bambini in via Del Molino a Fabriano e l’incidente grave potrebbe anche verificarsi. Chi ha responsabilità deve intervenire».