Belforte, in fiamme 4 mila metri di sottobosco. Incendio partito da un pentolone

È accaduto nella mattina del 13 agosto in via Spadoni, dove un 75enne stava cucinando in giardino. Il rogo si è esteso anche al vicino bosco senza interessare però gli alberi. I vigili del fuoco hanno lavorato per oltre due ore

I Vigili del fuoco impegnati contro gli incendi boschivi
I Vigili del fuoco impegnati contro gli incendi boschivi

BELFORTE DEL CHIENTI – Quattromila metri quadrati di sottobosco sono stati letteralmente divorati dalle fiamme a Belforte del Chienti. È accaduto questa mattina (13 agosto) poco dopo le 10. A originare il rogo che ha bruciato una superficie complessiva di 5 mila metri quadrati, mille dei quali di sterpaglie, è stato un fusto da 2 quintali di olio, adattato a pentolone per cuocere la conserva di pomodori fatta in casa da un pensionato 75enne in via Spadoni.

L’uomo stava cucinando nel giardino della sua abitazione, quando si sono sviluppate le fiamme. Il pensionaro dopo aver terminato la cottura, aveva spento il fuoco e si era allontanato per portare le bottiglie in casa, ma complici le alte temperature di questi giorni e le sterpaglie secche, dal pentolone ancora incandescente si è originato l’incendio. Il pensionato ha subito allertato i vigili del fuoco che sono interventi sul posto con 2 squadre, una da Tolentino e una squadra boschiva proveniente da Macerata.

Gli uomini delle fiamme rosse hanno lavorato dalle 10,15 alle 12,40 per spegnere l’incendio che, nonostante si sia propagato al vicino bosco, fortunatamente non ha interessato gli alberi rimanendo confinato nel sottobosco. Sul posto anche i carabinieri della Stazione di Belforte del Chienti che hanno denunciato il 75enne per incendio colposo.