Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Covid, Acquaroli: «Finalmente nelle Marche numeri da “zona bianca”»

Il presidente della Regione Marche all'indomani della cabina di monitoraggio fa sapere che la regione per la prima volta registra numeri da zona bianca. Se il trend si mantiene stabile, le restrizioni saranno minori

Francesco Acquaroli, presidente della Regione Marche

ANCONA – «Finalmente, anche la nostra regione, dal monitoraggio settimanale sull’andamento della pandemia per la classificazione in fasce, ha raggiunto per la prima volta i numeri da “zona bianca”». Il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, fa il punto sulla situazione epidemiologica nelle Marche all’indomani della cabina di monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità.

«Il contagio nelle Marche è stato di 34 nuovi positivi settimanali su 100 mila abitanti – spiega, entrando nel dettaglio -. Una notizia che ci fa ben sperare. Se i dati continueranno ad attestarsi sotto i 50 nuovi positivi settimanali anche nelle prossime due settimane, dal 21 giugno le Marche dovrebbero essere in zona bianca».

Decisiva in questo trend la campagna vaccinale che procede a grandi passi. Intanto alle 12 di oggi si aprono le prenotazioni per la vaccinazione delle persone di età compresa tra 12 e 39 anni, mentre domani si chiude quella dei maturandi, aperta il 2 giugno.

Nelle Marche ad oggi sono 953.990 le dosi di vaccino contro il covid complessivamente somministrate su 1.010.220 dosi consegnate, un 94,43%: 643.846 le prime dosi e 310.144 i richiami.

Le categorie professionali immunizzate

Il centro vaccini al PalaPrometeo di Ancona

Agli Operatori Sanitari e Sociosanitari sono state somministrate 44.131 prime dosi e 39.749 richiami, al Personale non sanitario (OSS, personale di supporto negli ospedali e altri) 26.375 prime dosi e 13.305 seconde dosi, agli Ospiti delle Strutture Residenziali 7.217 prime dosi e 5.798 richiami.

Il Personale Scolastico e universitario che ha ricevuto la prima dose tocca quota 32.373 persone e in 20.776 hanno avuto anche il richiamo. Tra le Forze dell’Ordine – pubblica sicurezza si contano 11.201 prime dosi e 7.860 richiami.

Nelle fasce di popolazione fragile sono 111.881 le prime dosi inoculate agli over 80, 84.505 i richiami, nell’ambito della fascia Persone estremamente vulnerabili / disabili sono 96.069 le prime dosi e 65.909 i richiami. I caregiver e conviventi dei disabili e degli estremamente vulnerabili vaccinati con prime dosi sono 34.588 e in 8.395 hanno avuto anche la seconda.

I cittadini 70-79 anni che hanno avuto la prima iniezione sono 113.219 e 43.696 hanno avuto anche la seconda, i cittadini 60-69 anni con prima dose sono 96.467 e 18.796 hanno avuto anche il richiamo, mentre nel resto della popolazione (16-59 anni) sono 70.325 le prime dosi e 1.355 i richiami.