Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Coronavirus, partito lo screening di massa a Osimo e Castelfidardo: 21 positivi su oltre 4700 tamponi

Il Palabaldinelli osimano ha aperto le porte per 7500 test rapidi. Al via l'attività anche a Castelfidardo per gli abitanti di Camerano, Sirolo e Numana

Il personale al Palabaldinelli
Il personale al Palabaldinelli

OSIMO – È partita oggi (24 gennaio) la grande operazione di screening di massa a Osimo e Castelfidardo. Lo screening, gratuito e su base volontaria, si effettua attraverso il tampone antigenico rapido in grado di rilevare la presenza del virus e di dare un risultato in circa 15-30 minuti. È obbligatorio portare la mascherina.
Dopo la prima giornata sono stati effettuati al Palabaldinelli di Osimo 2.752 tamponi, di questi 12 sono risultati positivi. Al Palaolimpia di Castelfidardo invece sono stati 2.014 i tamponi effettuati di cui 9 risultati positivi.

Il Palabaldinelli osimano ha aperto le porte oggi, appunto, e poi resta aperto anche domani (lunedì 25) e martedì (26) per settemila e 500 test rapidi. Possono recarsi al palas gli osimani e i residenti a Filottrano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova e Offagna.
Ad oggi sono seimila e 200 gli iscritti. Ieri (sabato 23) l’ultimo sopralluogo cui ha preso parte anche il sindaco Simone Pugnaloni. «Per casi di urgenza ci si può direttamente presentare in loco – ha detto -. I contagi rispetto ai giorni scorsi sono di nuovo in crescita purtroppo. Siamo a 205 positivi e complessivamente a 397 in isolamento domiciliare. Invito tutti coloro che non l’abbiano ancora fatto a prenotarsi, c’è tempo fino a dopodomani. Stamattina (24) ho voluto salutare e ringraziare prima di dare il via alle attività, assieme al direttore di Area Vasta dottor Giovanni Guidi, alla dottoressa Lucia Mannello, coordinatrice sanitaria del progetto, all’assessore alla Protezione civile Flavio Cardinali ed al responsabile dell’Ufficio comunale di Protezione civile, l’architetto Maurizio Gabrielloni, al coordinatore provinciale Protezione civile Lorenzo Mazzieri, tutti gli operatori socio sanitari (medici, infermieri ed oss del servizio sanitario regionale) ed i volontari di Protezione civile per il prezioso lavoro che in questi tre giorni offriranno alla nostra comunità».

Parte del personale medico

Poi ha aggiunto: «Per gli studenti che lunedì 25 tornano in classe, il Comune di Osimo ha aumentato il numero di test rapidi da prenotare, mille e 200 posti in più rispetto ai settemila e 500 previsti, 400 al giorno quindi». A coordinare la viabilità per il grande afflusso di persone la polizia locale.

Al Palaolimpia fidardense invece sono tremila e 200 le prenotazioni su tremila e 700 totali disponibili per i residenti a Castelfidardo e per gli abitanti di Sirolo, Numana e Camerano. Completa la giornata di oggi, posti ancora disponibili domani (ultima giornata per la città). «Grazie a tutti per l’adesione importante a questa iniziativa perché consentirà di monitorare meglio e ridurre la diffusione del virus. Non era scontato – commenta il sindaco Roberto Ascani -. Vista l’enorme quantità di chiamate ricevute, il numero telefonico messo a disposizione non sempre è stato libero ma dove possibile abbiamo richiamato i cittadini e la semplicità della piattaforma di prenotazione ha compensato il disagio. Possono stare tutti tranquilli perché, anche senza prenotazione, saranno effettuati i tamponi a chiunque e cercheremo di aiutare tutte le persone che non riescono a prenotare da sole. Chiaramente le postazioni a servizio saranno in numero tale da soddisfare tutte le esigenze previste. I casi positivi a Castelfidardo continuano a scendere intanto, 36 in totale, e questo conferma quanto siamo stati attenti soprattutto nelle ultime due settimane. Continuiamo così e usciremo prima da questo incubo, magari più forti di prima».

Per i loretani il Palaserenelli aprirà martedì 26. Il sindaco Moreno Pieroni, che si è iscritto, commenta: «Loreto ha un’opportunità importante, in cui ognuno di noi può fare la propria parte per tutelare la sicurezza di tutti. Invito i concittadini a coglierla andando a fare lo screening. Sono solo pochi minuti del nostro tempo, spesi per il bene comune».

Con l’assessore alla polizia, il sindaco osimano Pugnaloni ha poi incontrato le associazioni di Protezione civile per la ripartenza a scuola, seppur al 50 per cento, di domani (lunedì 25). Per evitare assembramenti, come richiesto dal Prefetto di Ancona, l’Amministrazione comunale si è organizzata per monitorare i luoghi di possibile concentrazione di studenti in prossimità delle scuole superiori e delle principali fermate degli autobus. Le fermate del piazzale del maxiparcheggio, dell’istituto “Laeng-Meucci” e quella su via Montefanese nei pressi del supermercato “Sì con te”, saranno presidiate dalle 7.30 alle 8.30 e dalle 12.30 alle 13.30 da due volontari. L’attività consisterà esclusivamente nel dare informazioni sui comportamenti da adottare da parte degli studenti. Nel caso i volontari ravvisino infrazioni, gli stessi informeranno subito le autorità preposte. Una pattuglia della Polizia locale controllerà le zone indicate prestando supporto ai volontari qualora si presentasse la necessità.