Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Coronavirus, solo a Genga si tira il fiato. Sotto pressione Fabriano, Cerreto e Serra San Quirico

Il sindaco cerretese David Grillini proroga la chiusura al pubblico di parchi e giardini pubblici, aggiungendo anche ingressi contingentati nel cimitero

FABRIANO – Nonostante una prima settimana in area rossa, si mantengono molto alti i numeri relativi ai nuovi positivi al Coronavirus in quasi tutti i cinque comuni dell’Ambito 10, soprattutto a Fabriano, Cerreto D’Esi e Serra San Quirico. In discesa a Sassoferrato. In netta discesa a Genga.

A Fabriano ancora tamponi positivi, esattamente più di 20 negli ultimi due giorni. I numeri dall’inizio della pandemia sono 1.791 casi accertati: 386 attualmente positivi, 1.356 guariti e, purtroppo, 49 decessi. In quarantena e/o isolamento fiduciario ci sono 704 fabrianesi.
Una nuova impennata con tutti gli indicatori che si muovono al rialzo. All’ospedale Engles Profili ci sono 11 persone attualmente ricoverate nei posti letto approntati nell’area grigia. In attesa, si spera presto, che possano essere trasferiti in strutture ospedaliere Covid.

Capitolo vaccini con problematiche emerse questa mattina, 15 marzo, a seguito del secondo blocco, in via cautelativa, di un lotto AstraZeneca. A cui poi è seguita la momentanea sospensione di AstraZeneca su tutto il territorio nazionale. «L’Asur ci ha fatto sapere che a causa del blocco del lotto di Astrazeneca imposto dalla Regione Marche i vaccini per coloro i quali oggi, 15 marzo, dovevano fare la prima somministrazione non sono disponibili. Per tale ragione oggi verranno somministrate soltanto le seconde dosi a chi ha avuto la prima dose il giorno 22 febbraio. Gli altri saranno ricontattati per avere una nuova data», le parole del sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, nel primo pomeriggio di oggi.

A Sassoferrato, dopo molte settimane, indicatori in chiara discesa. Dall’inizio della pandemia di Covid-19 nella città sentinate sono 424: 121 attualmente positivi, 296 guariti e 7 decessi. A questi si aggiungono 185 persone sottoposte a quarantena fiduciaria.

A Cerreto D’Esi, dove ufficialmente è stata isolata prima la variante brasiliana e poi anche quella inglese del Coronavirus, i numeri continuano a salire in modo deciso, altri dieci tamponi positivi. Dall’inizio della pandemia sono 192 i casi di Coronavirus registrati: 76 attualmente positivi, 112 guariti e 4 decessi. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono 105. «Abbiamo molti concittadini ricoverati, alcuni anche in Rianimazione. Per questo motivo, abbiamo deciso di prorogare la chiusura di giardini e parchi pubblici fino al 6 aprile compreso. Inoltre, la Giunta ha anche deciso di contingentare l’ingresso al cimitero: una sola persona per nucleo familiare e in caso di funerali officiati in questo luogo, che avvengano a porte chiuse», le nuove disposizioni del sindaco, David Grillini.

A Genga, l’unico comune dell’Ambito 10 che sta via via riducendo in modo sempre più deciso i propri numeri. Dall’inizio della pandemia sono 91 casi complessivi, di cui 10 gli attualmente positivi, 76 guariti e, purtroppo, 5 decessi. Le persone in isolamento fiduciario e/o quarantena sono 18.

A Serra San Quirico, invece, un preoccupante aumento dei casi di positività al Coronavirus negli ultimi giorni. I numeri dall’inizio della pandemia da Coronavirus hanno fatto registrare 161 casi complessivi: 41 gli attualmente positivi, 118 guariti e due vittime. Sono 85 i serrani in isolamento fiduciario e/o quarantena.