Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Coronavirus: contagi triplicati a Cerreto, alti a Fabriano e Sassoferrato

Continua a preoccupare la circolazione delle varianti inglese e brasiliana nel comprensorio fabrianese, con conseguente aumento dei numeri dei positivi

FABRIANO – Continuano i numeri alti di positivi al Coronavirus nei cinque Comuni dell’Ambito 10: Fabriano, Genga, Cerreto D’Esi, Sassoferrato e Serra San Quirico. In particolare nel cerretese si sono moltiplicati i tamponi positivi al Covid nel giro di pochi giorni a causa della variante brasiliana. Nella città sentinate, invece, sembra che il picco – per colpa della variante inglese – sia ormai alle spalle. Nella città della carta, invece, i contagi corrono.

A Fabriano, infatti, oltre 50 tamponi positivi in più, i numeri dall’inizio della pandemia sono 1.518 casi accertati: 265 attualmente positivi, 1.201 guariti e, purtroppo, 44 decessi. In quarantena e/o isolamento fiduciario ci sono 789 fabrianesi. Una nuova impennata con tutti gli indicatori che si muovono al rialzo. All’ospedale Engles Profili ci sono 12 persone attualmente ricoverate nei posti letto approntati nell’area grigia. In attesa, si spera presto, che possano essere trasferiti in strutture ospedaliere Covid.

A Sassoferrato, dove è stata isolata la variante inglese, i casi dall’inizio della pandemia di Covid-19 nella città sentinate sono 323: 135 attualmente positivi, 182 guariti e 6 decessi. A questi si aggiungono 260 persone sottoposte a quarantena fiduciaria. A Cerreto D’Esi, dove ufficialmente è stata isolata la variante “brasiliana” del Coronavirus, dall’inizio della pandemia sono 141 i casi di Coronavirus registrati: 35 attualmente positivi, 101 guariti e 4 decessi. Le persone in quarantena e/o isolamento fiduciario sono 85. «Abbiamo notato come il contagio si trasmetta in ambito familiare con interi nuclei coinvolti – specifica il sindaco David Grillini -. È necessario prestare tutte le attenzioni possibili, naturalmente questo non è di semplice attuazione, ma la salvaguardia delle persone più anziane, cioè le più fragili, passa per questi accorgimenti. Le varianti del virus, oltre ad essere più contagiose, si caratterizzano anche per il coinvolgimento anche dei contatti a “basso rischio” che prima con la forma tradizionale del covid venivano solo marginalmente colpiti. Manteniamo il distanziamento sociale, evitiamo ogni forma di assembramento, laviamo le mani e indossiamo sempre la mascherina, ogni distrazione può essere pericolosa, la battaglia è ancora lunga e solo con un collettivo senso di responsabilità possiamo uscirne».

Tornando ai numeri. A Genga dall’inizio della pandemia sono 83 casi complessivi, di cui 21 gli attualmente positivi, 57 guariti e, purtroppo, 5 decessi. Le persone in isolamento fiduciario e/o quarantena sono 36.

A Serra San Quirico altri 3 tamponi positivi in più. I numeri dall’inizio della pandemia da Coronavirus hanno fatto registrare 124 casi complessivi: 13 gli attualmente positivi, 109 guariti e due vittime. Sono 53 i serrani in isolamento fiduciario e/o quarantena.