Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Cna promuove il bilancio di Sassoferrato

Faccia a faccia fra l’associazione di categoria e il sindaco della città sentinate, Ugo Pesciarelli, sulla bozza del documento. Soddisfazione da parte del rappresentante degli artigiani per gli investimenti in ambito turistico e culturale

Veduta di Sassoferrato
Veduta di Sassoferrato

FABRIANO – La Cna promuove la bozza di bilancio e plaude all’iniziativa del comune di Sassoferrato sulla promozione culturale e turistica.
Faccia a faccia fra l’associazione di categoria e il sindaco della città sentinate, Ugo Pesciarelli, sulla bozza del bilancio comunale. «Sono molto soddisfatto – dichiara Andrea Riccardi segretario della Cna territoriale – partendo dalla tassazione locale: le tariffe a carico delle imprese sono rimaste invariate e la tassa dei rifiuti è diminuita di circa il 2%. Questa riduzione è il risultato di una raccolta differenziata e di una diversa ripartizione delle spese dell’Ata. Purtroppo anche Sassoferrato è stato investito da importanti tagli delle entrate statali, ma l’impegno dell’amministrazione va verso investimenti legati alla cultura e al turismo. Nei prossimi mesi, infatti, sarà inaugurata una mostra presso il Palazzo degli Scalzi, patrocinata dal ministero dei Beni Culturali, dove saranno esposte le opere di Giovanni Battista Salvi, detto il Sassoferrato, parte delle quali proverrà dalle collezioni reali inglesi».

Il Segretario della Cna ha chiesto che gli investimenti legati alle opere di sistemazione delle sale che accoglieranno le opere del Salvi (il Sassoferrato), la manutenzione, la sistemazione del decoro urbano e dell’illuminazione a risparmio energetico siano lasciate, dove possibile, alle imprese del territorio.

«La mostra de il Sassoferrato – continua Riccardi – sarà una bella occasione per fare sistema tra i comuni e mettere in rete i siti culturali dell’area interna, prevedendo, magari, biglietti cumulativi che spingano i visitatori a vedere musei, chiese e pinacoteche. La cosa che ho chiesto al Sindaco, oltre agli investimenti nelle infrastrutture e la previsione di cartelli in lingua che orientino il turista straniero, è stata quella di investire, nel breve periodo, sui percorsi pedonali e sulla pista ciclabile. Questi investimenti contribuiranno a fare scoprire il territorio montano e a valorizzare il borgo medievale e l’area archeologica romana di Sassoferrato».