Civitanova Marche, serrande giù per il Cannabis Shop. Chiuso per 30 giorni

Il provvedimento, disposto dal Questore di Macerata Pignataro d'intesa con il Procuratore Capo Giovanni Giorgio, è stato applicato nel pomeriggio di oggi (29 maggio). Il negozio era già stato chiuso per due settimane lo scorso 9 maggio. Nel locale mezzo chilo di marijuana e hashish

La polizia mette i sigilli al negozio di Cannabis Light

CIVITANOVA MARCHE – Nuova chiusura per il Cannabis Shop di Civitanova Marche. Questa volta le serrande dovranno restare abbassate per 30 giorni. Il provvedimento, disposto dal Questore di Macerata, Antonio Pignataro d’intesa con il Procuratore Capo Giovanni Giorgio, è stato applicato nel pomeriggio di oggi (29 maggio) dagli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Macerata, della Guardia di Finanza e del Commissariato di Polizia di Stato di Civitanova Marche. Il negozio era già stato chiuso lo scorso 9 maggio per 15 giorni. La nuova chiusura è stata disposta anche in seguito agli esiti di un’operazione antidroga effettuata dalla Guardia di Finanza della Compagnia di Civitanova Marche alcune settimane fa, nel corso della quale il negozio era stato sottoposto a perquisizione con esito positivo. Nel negozio le fiamme gialle avevano rinvenuto quasi mezzo chilo di Marijuana nascosta all’interno di un frigorifero e hashish occultato in un’altra zona del locale.

L’accusa per il titolare del locale è quella di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La droga, sottoposta a consulenza tecnica tossicologica disposta dal Sostituto Procuratore Enrico Riccioni, è risultata avere una percentuale di principio attivo THC (tetraidrocannabinolo) idonea a produrre effetto stupefacente.
La sospensione della licenza commerciale rientra nell’ambito di una intensa attività di contrasto disposta a seguito della recente proliferazione dei negozi di cannabis cosiddetta legale che vendono prodotti alimentari a base di cannabis e tra questi infiorescenze, resine ed oli estratti dalla stessa pianta commercializzati o, comunque, pubblicizzati come  sostanze lecite e di libero acquisto.

La Polizia di Stato di Macerata, guidata dal Questore Pignataro, è da tempo in prima linea nella lotta al consumo di sostanze stupefacenti, un’attività che proseguirà ancora nei mesi successivi. Vita dura, dunque per chi pensa di trarre profitti dalla droga. Una risposta forte quella del Questore all’appello di tanti genitori preoccupati per la salute dei loro figli.