Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Civitanova Marche accende due alberi di Natale

Due abeti per le due anime della città, dal borgo antico al porto. L'accensione delle luminarie è stata l'occasione per rinnovare il gemellaggio con Esine, comune del bresciano

CIVITANOVA MARCHE – Civitanova Marche ha acceso due alberi di Natale, simboli dei valori della vita, dell’amore e della speranza, dal colle al mare. Gli abeti sono stati illuminati il 7 dicembre, dal borgo antico al porto, con una doppia cerimonia che ha visto protagonisti nella città alta i bambini, uniti nel coro della scuola comunale di recitazione Enrico Cecchetti e stretti in un abbraccio alle loro famiglie e alla comunità, che ha partecipato festosamente all’accensione delle luminarie.

Nella sala del Consiglio comunale di palazzo Sforza, intanto, si è rinnovato il gemellaggio con Esine, paese del bresciano, siglato dai due comuni nel 1989.
«Trent’anni di amicizia e solidarietà che vedono proprio due alberi come simbolo del dono e della speranza: l’ulivo a Pasqua e l’abete a Natale» ha sottolineato il presidente del consiglio comunale Claudio Morresi.

I ragazzi di prima media hanno scambiato le letterine scritte per i loro coetanei bresciani, che conosceranno solo a maggio, quando arriveranno a Civitanova. La folta delegazione di Esine, capeggiata dal sindaco Emanuele Moreschini, ha ringraziato di cuore l’amministrazione comunale per la splendida accoglienza che riserva ogni anno.

Presenti i rispettivi presidenti delle Avis, della Croce verde e ambulanza Avis Esine e l’assessore di Piancogno, paese di provenienza dell’abete, scelto tra gli alberi che purtroppo erano già destinati all’abbattimento per diverse ragioni di sicurezza.

Il sindaco Fabrizio Ciarapica, insieme agli assessori Maika Gabellieri ed Ermanno Carassai, ha donato una maglia della Lube (la squadra non ha potuto essere presente, essendo impegnata in Brasile) e una cartella con le grafiche di artisti locali.
A Ciro Lazzarini, fotografo civitanovese che da lustri segue anche in trasferta i gemellaggi, una gradita sorpresa: la consegna dello stemma della città a ringraziamento della sua costante presenza e amicizia.

Sotto l’albero di piazza XX Settembre, la banda cittadina ha accompagnato lo scambio di auguri natalizi, mentre al Lido Cluana le pattinatrici di Ussita hanno regalato un piccolo spettacolo in occasione dell’inaugurazione della pista sul ghiaccio.