Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Cibo e creatività, al via il Grand Tour delle Marche: ecco gli eventi in cartellone

Organizzato da Tipicità ed ANCI Marche per raccontare tradizioni, cultura ed enogastronomia. Dal tartufo, alle olive ascolane, passando per il cappello di paglia, le Marche si mettono in mostra in un percorso che si snoda da maggio a novembre

Un momento della presentazione
Un momento della presentazione

RECANATI- È stato presentato ieri, martedì 15 maggio, all’Auditorium del Centro Mondiale della poesia “Giacomo Leopardi” di Recanati, il Grand Tour delle Marche, il ricco cartellone di eventi organizzato da Tipicità ed ANCI Marche, giunto alla quinta edizione.
Obiettivo raccontare una regione e le sue eccellenze, in un viaggio alla scoperta dell’enogastronomia, delle tradizioni e della sapienza artigianale. Al motto di “Il modo migliore per viaggiare nelle Marche è viverle!” il Made in Marche sarà veicolato attraverso proposte turistiche su misura ed una piattaforma web altamente innovativa.

Trenta gli eventi in programma, che si snoderanno da maggio a novembre, e che vedranno cibo e creatività al centro del percorso esperenziale.

Recanati, come ha spiegato Angelo Serri, direttore di Tipicità e organizzatore del Grand Tour, è stata scelta quest’anno come location per il lancio degli eventi, sia per la ricorrenza del bicentenario de “L’Infinito”, la celebre poesia di Giacomo Leopardi, sia perché tappa di due date del tour.

Da destra Angelo Serri, Pierpaolo Sediari, Graziano Di Battista, NunzioTartaglia, e Francesco Fiordomo

«Le Marche sono vive, sono calpestabili», ha sottolineato il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo presentando il Grand Tour. Un grande lavoro di squadra, che come ha spiegato il primo cittadino, permette alle Marche di trasmettere «La loro storia, la loro tradizione, la loro grande capacità e i loro grandi personaggi».

Un territorio ricco di eccellenze, dove enogastronomia, fashion, meccanica di precisione e design, ne rappresentano i punti di forza, come ha spiegato Nunzio Tartaglia, responsabile della Macro area Marche – Abruzzo di UBI Banca, l’istituto di credito che sostiene le iniziative.

Da sinistra: Francesco Fiordomo, Nunzio Tartaglia e Battaglini
Da sinistra: Francesco Fiordomo, Nunzio Tartaglia e Battaglini

«Le Marche stanno soffrendo dal punto di vista economico, stanno ripartendo meno del resto dell’Italia – ha spiegato Tartaglia – e il turismo è uno degli ambiti principali sui quali bisogna fortemente investire». Un turismo costituito da flussi regionali e macro regionali, come ha sottolineato il responsabile UBI: «Anche movimentare un discreto numero di persone solo per il week end o per la domenica, è un qualcosa che, se assume dimensioni rilevanti, muove tanto denaro e riesce a garantire dei flussi economici a tante piccole attività, che altrimenti avrebbero una bassa utenza». Un lavoro di squadra, che «Ha successo solo attraverso una reciproca promozione tra i vari comuni».

Una rete, quella del Grand Tour, che come ha spiegato Graziano Di Battista della Camera di Commercio di Fermo, ha saputo mettere a sistema tutte le caratterizzazioni del territorio, anche nelle sue realtà più piccole, spesso sconosciute agli stessi marchigiani. Un insieme di attività economiche su cui puntare, tra le quali moda, calzatura, cappelli, arredo, fisarmonica e organetto, ha concluso Di Battista, senza tralasciare la capacità di accoglienza tipica dei marchigiani.

Importanza della rete sottolineata anche dal vice sindaco di Ancona Pierpaolo Sediari, il quale ha annunciato la realizzazione di una sinergia con i produttori ittici di Sefro nell’ambito del Flag Marche, il gruppo di azione locale per la pesca coordinato dal Comune di Ancona.

La mappa degli eventi

E proprio a Sefro si è tenuta il 13 maggio la prima tappa del Grand Tour, che ha reso omaggio a due eccellenze tipiche della zona: la Trota e il Verdicchio. Ancona sarà la prossima tappa del tour: da giovedì 17 prende il via Tipicità in Blu, il festival del gusto e dell’economia del mare. Il 26 e 27 maggio sarà la volta di Frontone, dove il fungo spignolo e la crescia rappresentano i prodotti di punta.

Nel mese di giugno il tour prosegue a Castelraimondo, dove dal primo al tre si terrà l’infiorata del Corpus Domini. Il mare e i suoi sapori saranno protagonisti di due eventi: il 3 giugno a Civitanova Marche si terrà il GustaPorto, mentre il 17 a Porto Recanati si potrà gustare il caratteristico brodetto alla zafferanella nell’ambito del Brodetto Show. Dal 19 al 22 giugno a Capodarco di Fermo si terrà il consueto festival del cinema dedicato al sociale, mentre il 30 Recanati festeggerà il suo esponente più illustre, Giacomo Leopardi.

Sant’Angelo in Vado apre gli appuntamenti di luglio. Un comune conosciuto per il tartufo, ma dove è stata rinvenuta una Domus Romana, uno dei siti archeologici di maggior interesse delle Marche. E proprio questo ritrovamento sarà al centro dell’evento del Grand Tour nelle date del 30 giugno e del primo luglio. Dal primo luglio al 31 agosto Fermo sarà protagonista di Made in Marche Gallery, che ospiterà le più significative eccellenze marchigiane all’interno delle monumentali cisterne romane.

Il territorio Fabrianese propone invece un turismo attivo, con la Frasassi Experience, che si terrà dal primo luglio al 31 novembre. Una serie di percorsi per andare alla scoperta delle Grotte di Frasassi e del Parco Naturale della Gola della Rossa.
Dal 5 all’8 luglio Montecarotto celebrerà il verdicchio con l’evento Verdicchio di Matelica & Marche Jazz Wine Festival, iniziativa riproposta anche il 20 e 21 dello stesso mese solo per il verdicchio. L’antiquariato e il “restauro del mobile antico” saranno protagonisti dal 7 al 22 luglio a Pollenza, mentre il 21 e 22 luglio si torna a Recanati per celebrare l’organetto con Amantica, la rassegna musicale che si tiene al rione di Castenuovo.
Dal 28 al 29 luglio il tour si sposta a Montappone, patria marchigiana del cappello di paglia, mentre “Libera poesia tra le mura” animerà il 30 luglio Serra Sant’Abbondio.

Agosto si apre a Campocavallo di Osimo con la festa del Covo, il caratteristico carro realizzato interamente con spighe di grano, che riproduce celebri immagini sacre. Dal 9 al 19 agosto Ascoli Piceno celebra la sua eccellenza, l’oliva ascolana, mentre dal 25 al 26 luglio Venarotta presenta le meraviglie del ricamo.

Unico appuntamento del mese di settembre il PIF “Premio Internazionale della fisarmonica” a Castelfidardo, dal 9 al 16.

Ad ottobre il tour fa tappa ad Apecchio dal 5 al 7, con la mostra mercato del tartufo, celebrato anche dal 28 ottobre all’11 novembre ad Acqualagna con la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco. Cantiano sarà protagonista della Fiera Cavalli il 13, 14 e 21 ottobre, mentre dal 27 al 28 a Porto Sant’Elpidio sarà la volta dello StoccoFest, per assaporare lo stoccafisso.

La “mela rosa dei Sibillini” di Montedinove aprirà gli eventi del mese di novembre (3-4/11), mentre dal 23 al 25 si terrà la festa della cicerchia a Serra de’ Conti. Il tour si concluderà a Fermo il 24 del mese, con Città Natale.

Tutte le informazioni degli eventi, le proposte turistiche e di shopping aziendale sono consultabili nella piattaforma www.tipicitaexperience.it.