Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Centrodestra Pesaro: «Si riduca anche la Tari per le imprese»

Lega, Prima c'è Pesaro-FdI, Forza Italia presentano un documento economico per sostenere aziende, famiglie e studenti: «Il Consiglio Comunale deve raccogliere le esigenze dei cittadini ed elaborare proposte concrete»

PESARO – Non solo tassa sul suolo pubblico e pubblicità, il centrodestra chiede che l’amministrazione comunale riduca anche la Tari. È questa la sintesi di un documento per sostenere famiglie e imprese in questa fase.

«In questo periodo di emergenza sanitaria dovuta alla pandemia del Covid-19 non possiamo certo esimerci dal dare il nostro contributo propositivo – spiegano i consiglieri di centrodestra (Lega, Prima c’è Pesaro-FdI, Forza Italia) -. Il nostro scopo è fare in modo che i Pesaresi possano affrontare al meglio sia l’aspetto sanitario, sia l’aspetto finanziario, sia la progettazione del futuro prossimo».

«Crediamo che attraverso un processo condiviso con la giunta comunale e con la maggioranza consiliare si possa arrivare ad un’equa ed efficace proposta per sostenere i disagi che stanno vivendo i nostri concittadini, nel rispetto dei propri ruoli. Riteniamo che il Consiglio Comunale debba farsi carico di vigilare sulle azioni intraprese dall’Amministrazione, di raccogliere le esigenze dei cittadini e di elaborare proposte concrete che possano essere messe in atto dall’amministrazione».

«Riteniamo giusto agire in tre direzioni: il sostegno alle famiglie più bisognose di aiuto, l’aiuto al tessuto delle piccole e medie imprese del commercio e dell’artigianato e la tenuta economica dell’ente. Ovviamente andranno attesi i tempi dovuti per capire il quadro economico complessivo per il Comune che si attuerà a seguito dei prossimi provvedimenti del governo e della regione che permetteranno di capire i margini di manovra anche per il nostro Comune.

Abbiamo suggerito di porre l’attenzione da subito su alcune misure contingenti, dalla distribuzione di mascherine protettive nelle farmacie comunali, al controllo sugli esercizi commerciali che fanno speculazione sui beni di prima necessità e sui farmaci. Abbiamo proposto un sostegno tecnologico per gli studenti che devono seguire le lezioni da casa per l’acquisto dei pc».

I consiglieri di centrodestra

«Abbiamo inoltre avanzato alcune proposte volte a preservare il tessuto economico cittadino e a porre le basi per un sostegno all’economia locale – continuano i consiglieri -. Riteniamo si debba lavorare per alleggerire il più possibile il carico fiscale per le piccole imprese artigiane e commerciali lavorando sulla possibilità di rimodulare Tari e Tosap, nei limiti permessi dalle normative e dalle possibilità economiche. Chiediamo inoltre di ridiscutere l’utilizzo della tassa di soggiorno dell’anno precedente esclusivamente per il reparto turistico e che venga attuata una razionalizzazione delle spese per i contratti di collaborazione e assunzione che potranno avvenire solo per esigenze indifferibili».