Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Elezioni: il centrodestra cerca il candidato sindaco. Entro dieci giorni il nome

In vista delle amministrative a Senigallia, Fratelli d'Italia, Unione Civica, Forza Italia e Lega cercano di ricompattarsi e individuare l'uomo che metta tutti d'accordo. Dopo tre mandati l'avvocato Roberto Paradisi, consigliere di Unione Civica non si candiderà ma resterà in politica

Roberto Paradisi
Roberto Paradisi

SENIGALLIA- Il centrodestra cerca di ricompattarsi in vista delle elezioni comunali: Fratelli d’Italia, Unione Civica, Forza Italia e Lega cercano di andare al voto con un candidato unico. «Solo così possiamo vincere» – le parole di Roberto Paradisi, consigliere comunale di Unione Civica che a sorpresa non sarà in lista.

Dopo tre mandati l’avvocato Paradisi ha deciso di non candidarsi: «Non mi candiderò a consigliere comunale – ha spiegato Paradisi – resto in politica, il mio contributo e il mio impegno resterà lo stesso». Uniti anche i vertici dei partiti a cui i referenti locali hanno fatto appello per riunire il centrodestra.

C’è una deadline, dieci giorni per trovare il candidato: Fratelli d’Italia aveva fatto il nome dell’avvocato Corrado Canafoglia che ha denigrato l’invito a candidarsi, come lui l’avvocato Massimo Olivetti, ex sindaco di Ostra. A circolare era stato anche il nome dell’avvocato Riccardo Pizzi (lista ‘La Civica’) che non aveva raccolto tutti i consensi come quello di Massimo Bello di Fratelli d’Italia.

A creare scompiglio era stato l’incontro tra il referente locale della Lega Nord Sergio Taccheri, che si era incontrato con l’ex assessore Gennaro Campanile, in corsa per una poltrona da sindaco con la lista ‘Amo Senigallia‘. L’avvicinamento all’ex Pd non era piaciuto ad Unione Civica, Fratelli d’Italia e Forza Italia. A tre mesi dalle comunali è però arrivato il momento di ricompattarsi: trovare un candidato che metta tutti d’accordo è l’obiettivo del centrodestra e il nome che sembra mettere tutti d’accordo è quello di Luigi Rebecchini.