Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Centrodestra, cresce il fronte delle Primarie

Area Sociale rompe gli indugi e invia una lettera aperta ai vertici locali e regionali di Forza Italia, Fratelli D'Italia e Lega nord per chiedere le Primarie per individuare il candidato a sindaco della coalizione

Piazza del Comune a Fabriano
Piazza del Comune a Fabriano

FABRIANO – Cresce il fronte delle Primarie nel centrodestra fabrianese. Dopo il segretario della Democrazia Cristiana, Claudio Biondi, ora è il turno di Area Sociale a richiedere questo strumento per individuare il candidato a sindaco della coalizione e mettere fine a questo interminabile gioco dell’oca che vede protagonisti i partiti del centrodestra cittadino.
Una lettera aperta indirizzata ai vertici locali e regionali di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega Nord, da parte di Area sociale. Sigla dietro la quale operano anche Alessandro Gentili e Sergio Solari. Il primo dovrebbe essere il candidato di riferimento per le auspicate Primarie.

Alessandro Gentili

L’incipit della missiva è al vetriolo. “L’eleganza in politica è un concetto nobile che dovrebbe passare nelle discussioni, seppur animate, delle sedi adatte a tal confronto, in questo caso nei partiti, coinvolgendo tutte le forze che vogliono partecipare ad un processo di scelta della classe dirigente da presentare agli organi deputati. La volontà di estromettere dai processi decisionali forze che, seppur non caratterizzate da una tessera di partito, vogliono contribuire alla compattezza dell’area di appartenenza è un delitto per una competizione sana, che abbia l’obiettivo di scardinare le forze politiche che da oltre 20 anni governano maldestramente la nostra città”, la stoccata indirizzata ai partiti.
Quindi, dopo il bastone, è il turno della carota. “A tal fine per ritrovare l’unità della coalizione, liberarla dalle nebbie delle ingerenze politiche di cui è stata più volte accusata dagli avversari, ritrovare un’agibilità politica e programmatica veramente libera, chiediamo ai vertici locali e regionali di Fratelli d’Italia, Lega Nord e Forza Italia di presentare il loro candidato alle Primarie del centro-destra, accettando l’idea promossa alcuni giorni fa da altre forze politiche dell’area», si legga Dc di Claudio Biondi.
Un inevitabile passaggio indicando l’obiettivo comune da raggiungere. «Difatti soltanto con l’unità di tutti i soggetti del centro-destra si può provare a vincere la competizione in corso: al tempo ogni particolarismo e divisione porterebbero, come più volte ribadito, ad avvantaggiare altre forze in campo”.
Per concludere, infine, con l’appello all’unità, che non è il vero finale della missiva. “Certi che nessuna forza politica del centro-destra voglia veramente correre da sola e che ci siano ancora tempo, modo e spazio di confronto tra tutti i soggetti che lo compongono, anticipiamo la volontà di concorrere alle Primarie con un nostro candidato, alternativo a quello attualmente in campo, dando la possibilità ai cittadini di scegliere e di essere il vero arbitro e soggetto atto a decidere”. Il loro nome, naturalmente, è quello di Alessandro Gentili.

Il vero finale, infatti, è nel dire e non dire che esiste un candidato a sindaco individuato dai partiti, Vincenzo Scattolini. Ebbene sì, si sta provando caparbiamente di far cambiare idea all’ufficiale giudiziario che è stato sedotto e abbandonato nel giro di poche ore. Convocando una conferenza stampa per la sua presentazione per poi, a poche ore dall’appuntamento, sfilarsi. Area Sociale sa molto bene che Scattolini non si presenterà a eventuali Primarie.