Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Carnevale in pista a Sarnano: con Minni e Topolino si scia in maschera

Grande attesa per l'evento di martedì grasso. Andrea Tonti, della Sarnano Experience: «Il 1° marzo vi aspettiamo mascherati per festeggiare e sciare insieme»

ANCONA – Sarà una giornata diversa, quella di martedì grasso. Il 1° marzo il sole splenderà nel cielo marchigiano e tra Sarnano e Sassotetto si scierà in maschera. È infatti tutto pronto per l’evento lanciato dalla Sarnano Experience.

«Sarà un primo fantastico evento» rilancia il responsabile marketing, Andrea Tonti. Non ci sono edizione precedenti, ma si aspettano molte persone. «Si tratta di un evento dedicato a grandi e piccini, nella magia del comprensorio sciistico di Sarnano Sassotetto».

L’iniziativa si chiamerà “Carnevale in pista” e si svolgerà all’insegna delle prelibatezze zuccherate del Carnevale, tra frappe, chiacchiere, arancini e castagnole. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Ad essere attesissimi, soprattutto dai più piccoli, sono Minni e Topolino, direttamente dal loro magico mondo della Disney. «A stupire – evidenzia Tonti – saranno le animazioni carnevalesche e tanta musica. Attendiamo per il weekend neve, martedì è previsto sole e bella giornata».  

Dalle 10 alle 16 una grande festa con il coinvolgimento delle scuole di Sarnano e chiunque avrà voglia di sciare, divertirsi e godere delle piste che fanno parte dell’impianto di Sassotetto e Santa Maria Maddalena. «Meta ambita da umbri e marchigiani che trovano nelle strutture sciistiche e di accoglienza un luogo di ristoro e divertimento tra i migliori della regione».

«L’appuntamento è per le 10» dicono dall’organizzazione. «Tutto si svolgerà presso il campo Scuola Sassotetto e Santa Maria Maddalena a Sarnano. Mascheratevi tutti. E per i bambini sotto i 14 anni, Skypass gratuito!»

Intanto, in questi giorni, i protagonisti del magico mondo Disney – Minni e Topolino – sono «in volo da Disneyland». «I piccoli vogliono toccarli e fare con loro tantissime foto». I loro sorrisi sono ancora più luminosi del sole e la mascherina, all’aperto, è ormai (speriamo) solo un ricordo.