Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Carnevale di Fano, sì al biglietto a pagamento. L’edizione 2020 sarà “eco”

Tra le novità il nuovo mini-carro “Barbie Greta” che si accompagnerà all'iniziativa “I giovani colore e motore del mondo”

FANO – Una scelta inevitabile ma fatta in piena convinzione. Così la presidente della Carnevalesca Maria Flora Giammarioli descrive la decisione di riconfermare anche per il 2020 l’ingresso a pagamento per seguire l’evento.

Il contesto è quello della relazione che illustra il progetto culturale e artistico della prossima edizione, corredato dal piano finanziario e sottoposta alla Giunta che l’ha poi approvata. Un iter dettato dalla convenzione siglata un anno fa dalle parti, funzionale anche all’ottenimento dei contributi che il Mibac eroga ai Carnevali storici: 60.000 euro e che rappresentano una delle voci di entrata più impattanti per una manifestazione da 723.000 euro.

ALCUNI NUMERI
Dal Comune arriveranno 130.000; 35.000 dalla Regione, 15.000 dalla Fondazione Carifano e 10.000 da Creval. Dagli sponsor è calcolata un’iniezione da 90.000 euro. In cima alla lista ci sono però proprio i 200.000 (più 38.000 da palchi e tribune) che si prevede di incassare al botteghino.

Tra i costi, che sono all’origine della scelta di imporre il ticket dettata comunque anche dall’esigenza di alzare l’asticella qualitativa della rassegna, quelli per l’allestimento di carri e mascherate (157.000) quasi vengono pareggiati dai 120.000 per predisposizione e messa in sicurezza del percorso mascherato. La promozione ne assorbe 81.000; 70.000 euro per il getto.

È ancora presto per il programma dettagliato del Carnevale 2020, ma nella relazione di Giammarioli viene confermata la connotazione ecologista tradotta dallo slogan “I sentieri dell’Eco: casca il Mondo, casca la Terra, tutti giù per terra”, che troverà riflesso anche nel carattere plastic free dei diversi eventi. E anche tre nuovi carri di Prima categoria individuati nel concorso per bozzetti (“Potenza inaudita”, “Vita natural durante”, “È tutto nella nostre mani”) ad affiancarsi a quello consacrato a El Vulon.

In abbinata le mascherate delle quattro fazioni cittadine, mentre il nuovo mini-carro “Barbie Greta” si accompagnerà alla riproposta de “I giovani colore e motore del mondo”. Discorso a parte per gli sponsorizzati “Capitan Aset” e “Superazzurro”.

Le tre sfilate verranno sempre precedute dal “Carnevale dei bambini”, che saranno protagonisti anche di Giovedì e Martedì Grasso. Attenzione anche allo sport, grazie alla partnership con l’Alma, e alla formazione con la costituenda scuola de “Gli artisti del Carnevale”.