Il capo della Polizia Gabrielli a Senigallia per l’intitolazione dei giardini di via Rovereto agli Stabilimenti di Polizia

Il parco sarà intitolato a una realtà unica a livello nazionale che, da 70 anni, fa del riuso dei materiali la sua filosofia. Targa in memoria del gen. Stracciari

La presentazione dell'intitolazione dei giardini di via Rovereto, a Senigallia, agli Stabilimenti della Polizia di Stato
La presentazione dell'intitolazione dei giardini di via Rovereto, a Senigallia, agli Stabilimenti della Polizia di Stato

SENIGALLIA – Venerdì 22 giugno i giardini di via Rovereto, a Senigallia, verranno intitolati agli Stabilimenti della Polizia di Stato. Un’iniziativa di rilievo non solo perché dà luce a una realtà che Senigallia può vantare come unica nel panorama nazionale, ma anche perché sarà presente il capo della Polizia Franco Gabrielli.

La cerimonia avrà inizio alle ore 10:30 con gli interventi di Gabrielli, del sindaco Maurizio Mangialardi, alla presenza del dirigente superiore Giuseppe Tranzilllo, direttore degli Stabilimenti di via Sanzio dal 2015, del personale del polo logistico e di varie autorità, compreso il vescovo Franco Manenti.

L’iniziativa rientra nel programma di celebrazioni per i 70 anni di presenza a Senigallia degli stabilimenti che dal dopoguerra a oggi si occupano del riuso e riadattamento dei vari materiali per i commissariati e le questure di tutta Italia. Un polo logistico di rilevanza strategica in ambito nazionale che fa dell’attenzione ai materiali e all’ambiente il suo “nucleo” operativo puntando sulla formazione e sulla specializzazione del personale che lavora all’interno.

«Legalità, rispetto delle persone, riuso dei materiali, tutela dell’ambiente, professionalità e amicizia sono i valori che vogliamo trasmettere alla cittadinanza – ha dichiarato il direttore Tranzilllo – Un modo per avvicinarci alla città in cui siamo presenti da 70 anni».

Purtroppo molti cittadini non sanno che attività vengono svolte dietro il muro che costeggia la statale Adriatica e l’intitolazione dei giardini di via Rovereto “Parco degli Stabilimenti della Polizia di Stato” è un modo per sottolineare l’interconnessione tra il polo logistico e la città di Senigallia.

Così come lo è stata la “civica benemerenza” con cui il Comune ha voluto omaggiare la meritoria opera nei primi 70 anni di vita del centro di polizia che si è occupato anche della funzione di protezione civile durante le calamità come l’alluvione di Firenze (1966) o il terremoto del Belice (1968).

Durante la mattinata, oltre alla targa che verrà scoperta alla presenza del capo della Polizia Gabrielli, verrà anche omaggiata la vedova del generale Riccardo Stracciari con una targa ricordo che verrà consegnata alla vedova Stella Lorusso. Stracciari, direttore degli Stabilimenti dal 1960 al 1993, ebbe la lungimiranza di guardare avanti a far specializzare il polo senigalliese per funzioni che oggi vengono richieste dalle normative europee in tema di sostenibilità ambientale e recupero dei materiali delle forze di polizia.

Moderata dal giornalista Luca Pagliari, l’iniziativa sarà accompagnata da alcuni momenti musicali con la partecipazione del tenore David Mazzoni e del coro dell’oratorio del Portone, che si esibirà nell’esecuzione dell’Inno d’Italia.