Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Botta e risposta: Forza Italia contro l’Amministrazione Comunale di Fabriano sulla manutenzione del verde

Il coordinamento cittadino del partito azzurro evidenzia l'incuria in cui versa, a loro dire, la città, soprattutto per quel che riguarda le zone verdi. Il primo cittadino replica punto su punto

La piscina dei giardini Regina Margherita

FABRIANO – Manutenzione della città, Forza Italia attacca e il sindaco di Fabriano, replica. Botta e risposta al vetriolo.

Il coordinamento cittadino di Forza Italia ironizza sullo stato di incuria in cui verserebbe Fabriano. «Abbiamo fatto un giro per la città ed alcune frazioni, su segnalazioni che ci sono giunte da diversi cittadini. Abbiamo scattato flash e istantanee che documentano in maniera inequivocabile il livello di degrado e di incuria in cui versa la nostra povera Fabriano. Una cosa la vogliamo dire: dopo il ventennio sinistroide era difficile immaginare una città migliore, ma la propaganda pentastellata che ormai da un anno “amministra su Facebook” le vicende del Comune ci aveva fatto sperare in una svolta stellare.  Noi in realtà ci saremmo accontentati di vedere un po’ di ordinaria amministrazione, una città ordinata e possibilmente pulita, senza invidia per le buche della Capitale. Peccato che di stelle se ne vedono ben poche! Non ne pretendevamo cinque ma almeno in due o tre ci speravamo. O forse ci siamo sbagliati vocale: di questo passo Fabriano potrà diventare, a pieno diritto, la città a cinque stalle», la dura nota azzurra.

La foto della pista ciclabile postata dal sindaco di Fabriano

La replica del primo cittadino di Fabriano, Gabriele Santarelli,  non si è fatta attendere. «Dal mese di aprile l’Amministrazione sta intervenendo con la squadra degli operai interna e con mezzi propri nella manutenzione del verde. Siamo a buon punto e addirittura nei grandi parchi siamo al terzo passaggio. Sono iniziati da un paio di settimane anche gli interventi sui polloni alla base degli alberi dei viali grazie alla collaborazione stretta con Anconambiente e nelle ultime ore è stato eseguito lo sfalcio nell’area di sgambatura dei cani e nella pista ciclabile. Rispetto all’anno scorso siamo in ampio anticipo se si considera che al Parco Regina Margherita l’erba fu tagliata a fine maggio e che i polloni vennero tagliati dopo il nostro insediamento a luglio. L’anno scorso furono impegnati 70 mila euro per un incarico diretto esterno, quest’anno i lavori vengono eseguiti a costo zero e sostenuti con la forza lavoro interna. Nei prossimi mesi la squadra verrà incrementata con l’innesto di due operai a tempo determinato, nel frattempo gli operai stanno lavorando con doppio turno. Presto interverremo anche sulle due fontane dei parchi con soluzioni definitive grazie alla sostituzione delle pompe per il riciclo dell’acqua. Abbiamo sistemato la questione della copertura assicurativa per i volontari e quindi presto vi chiederemo la disponibilità a collaborare per rendere la città più accogliente. C’è ancora molto da fare ma la strada è quella giusta».