Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Berloni, il liquidatore parla di un possibile investitore per un progetto di rilancio

Dopo la messa in liquidazione della storica azienda di cucine, una nuova fase che lascia aperte delle speranze. Il punto dell'azienda in una nota stampa

PESARO – Berloni, il liquidatore para di un possibile investitore. Dunque tutti in attesa per capire quale possa essere il progetto e il piano industriale.

A dirlo è l’azienda stessa tramite una nota stampa. Dopo la messa in liquidazione dell’azienda, lo scenario è in via di sviluppo. Ma ecco nel concreto: «Il liquidatore ha confermato l’esistenza di interlocuzioni, molto concrete, con un potenziale investitore che potrebbero portare a risolvere le immediate necessità di cassa ed essere propedeutiche per l’elaborazione di un progetto di ristrutturazione e rilancio della stessa. In questi giorni si lavorerà intensamente, a più livelli, per definire un piano operativo a breve termine e, in caso di conferma d’interesse dell’investitore, nelle prossime settimane, verrà presentato un progetto di ristrutturazione a più ampio respiro».

Il settore relazioni esterne della Berloni aggiunge che «tutto questo avviene dopo che il liquidatore e il suo staff hanno iniziato il proprio lavoro di analisi e valutazione dell’azienda. Il dottor Meloncelli ha incontrato le autorità locali con il fine di verificare con il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, tutte le possibilità di azione istituzionale, anche a livello ministeriale, atte a offrire opzioni di continuità operativa all’azienda e salvaguardare dipendenti, clienti e fornitori».

Ora la speranza di lavoratori, sindacati e del territorio è che si possa continuare la produzione, scongiurare la messa in liquidazione e far sì che il marchio resti sul territorio. Intanto i dipendenti sono tornati al lavoro dopo gli scioperi dei giorni scorsi.