Bella Ciao per salutare il compagno Brega

Tutta Serra San Quirico per l'ultimo saluto ad uno dei protagonisti della Resistenza

Luigi Brega

SERRA SAN QUIRICO – Paese in lutto per la morte di Luigi Brega, uno dei protagonisti della Resistenza nella zona montana. Brega era nato il 15 maggio 1925, si è spento il primo marzo. Vedovo di Angela Gentili, il partigiano è stato salutato nella chiesa Santa Lucia dall’intero paese sulle note di Bella Ciao, rispettando le sue ultime volontà. La salma è stata tumulata nel cimitero nel comune di Serra San Quirico.

La Resistenza e i suo protagonisti vengono ricordati in Piazza della Libertà, sulla facciata del palazzo municipale infatti vi è la lastra in pietra con l’iscrizione dei partigiani. A Serra San Quirico orbitava il gruppo Piero, conosciuto anche come “Porcarella”. La formazione nel corso dei mesi si ampliò con l’arrivo di ex prigionieri, soldato e antifascisti di Jesi e degli altri paesi fino a spostarsi a Poggio San Romualdo. Comandante del gruppo fu Piero Boccacci, come ricorda Storia Marche del Novecento, sottufficiale di Marina che aveva la famiglia sfollata a Serra San Quirico. Un gruppo solido che contribuì nella riuscita dell’azione di Albacina, con l’assalto al treno che trasportava 720 giovani della bassa padana destinati al fronte tedesco meridionale di Pescara. Operazione di vasta risonanza in tutta la provincia e recentemente celebrata dall’Anpi. La Liberazione di Serra viene celebrata il 20 luglio.