Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

A Belforte Del Chienti tu ordini al ristorante e il Comune paga la metà

«Piuttosto che riconoscere un contributo una tantum abbiamo preferito adottare questo progetto in un momento particolare per il nostro Paese in cui è importante tornare a lavorare» ha detto il sindaco Alessio Vita

BELFORTE DEL CHIENTI – “Ceniamo insieme?”. È questo il nome dell’iniziativa messa in campo dal Comune di Belforte Del Chienti per supportare le attività di ristorazione del paese. L’Ente infatti ha deciso di mettere in campo un sostegno economico per i cittadini ma soprattutto per i ristoratori: tutti i cittadini del comune maceratese che ordinano cibo d’asporto presso un esercizio di ristorazione di Belforte riceveranno un buono pari al 50% dell’importo speso che potrà utilizzare entro il prossimo mese.

Il sindaco di Belforte Del Chienti Alessio Vita

«Piuttosto che riconoscere un contributo una tantum abbiamo preferito fare questa scelta in un momento particolare per il nostro Paese in cui è importante tornare a lavorare e soprattutto dare dignità ai lavoratori – ha detto il sindaco di Belforte Alessio Vita -. I cittadini in queste settimane – fino a esaurimento del budget che è di circa 2mila euro – potranno prendere l’asporto e pagheranno normalmente. Successivamente, quando nei prossimi giorni ci saremo organizzati anche a livello logistico, i clienti potranno portare da noi lo scontrino e noi restituiremo un buono pari alla metà di quanto pagato da poter nuovamente rispendere in uno dei locali del paese. Con un budget di circa 2mila euro contiamo di arrivare a un volume di affari di circa 6mila euro».

Ad aderire al progetto sono tutti i ristoratori di Belforte, circa una decina tra pizzerie, bar, ristoranti, pizzerie, agriturismi e pub. Il buono sarà calcolato sullo scontrino presentato in Comune al netto delle bevande e per un importo massimo di 30 euro. L’iniziativa è valida solo per i residenti del Comune di Belforte e fino al raggiungimento del budget messo a disposizione del Comune.

«I cittadini potranno poi consumare il buono entro il mese successivo – ha concluso il primo cittadino Vita -; vedremo successivamente se sarà possibile portare avanti una nuova tranche del progetto che saremo felici se potesse arrivare fino a Natale regalando un po’ di respiro ai nostri ristoratori».

Al momento a Belforte sono quattro le persone positive al Covid-19 e 62 quelle in quarantena. L’alto numero delle persone in quarantena è riferito al fatto che tutte le sezioni della scuola media – che al momento è stata chiusa – sono in isolamento (fino al 3 dicembre compreso) a seguito della positività di un insegnante. Per gli studenti è stata attivata la didattica a distanza.