Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Politecnica delle Marche, delegato in Europa per la salvaguardia del mare il Direttore di Scienze Francesco Regoli

Nuove missioni per risolvere le sfide globali affidate dall’Europa ad esperti: la nomina del MIUR nell'ambito dedicato alla salute degli oceani, mari e acque costiere e interne, “Health Oceans, Seas, Coastal and Inland Waters”

ANCONA – Nuove missioni per risolvere le sfide globali affidate dall’Europa ad esperti su cinque aree: cambiamento climatico, cancro, oceani, città intelligenti, suolo e alimentazione. Il professor Francesco Regoli, Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Università Politecnica delle Marche è stato nominato recentemente delegato del MIUR nell’ambito delle Mission dedicata alla salute degli oceani, mari e acque costiere e interne “Health Oceans, Seas, Coastal and Inland Waters”.

Il nuovo Programma Quadro per la Ricerca dell’Unione Europea ha introdotto il concetto di “Missions” che rappresentano una delle novità simbolo di Horizon Europe per proporre soluzioni alle sfide globali. Concepite sul modello del programma Apollo (il piano spaziale lanciato dal presidente Kennedy all’inizio degli anni sessanta, che fissò e raggiunse l’obiettivo di far sbarcare i primi uomini sulla luna entro la fine del decennio), le missioni europee di ricerca e innovazione dovranno avere obiettivi ugualmente audaci e ambiziosi e mirare alla risoluzione di problematiche rilevanti per la vita quotidiana della cittadinanza, contribuendo così ad alimentare l’interesse del cittadino comune attorno alla ricerca europea.

In ognuna delle cinque missioni identificate, gli obiettivi devono essere chiaramente misurabili, raggiungibili e riconoscibili dal cittadino. La missione “Healthy Oceans, Seas, Coastal and Inland Waters” affronta le sfide legate alla salute degli oceani, mari, coste ed acque interne da cui dipende il futuro della nostra società e del nostro pianeta. Gli oceani producono metà dell’ossigeno che respiriamo, sono una fonte insostituibile di cibo, hanno assorbito oltre il 25% delle emissioni di anidride carbonica dall’inizio della Rivoluzione industriale ed ospitano la biodiversità più ricca del nostro pianeta. Inoltre forniscono acqua dolce, energia rinnovabile e offrono benefici associati al nostro benessere, ai nostri valori culturali, al turismo, al commercio e ai trasporti.

Gli obiettivi di questa Mission saranno molteplici e legati a trovare soluzioni per la prevenzione, riduzione, mitigazione e rimozione dell’inquinamento marino, compresa la plastica, la transizione verso un’economia circolare e blu, l’uso e la gestione sostenibili delle risorse oceaniche, lo sviluppo di nuovi materiali, mangimi ed alimenti, la pianificazione territoriale costiera e marittima, la governance degli oceani.

Francesco Regoli, Professore Ordinario e Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente (DiSVA) dell’Università Politecnica delle Marche, Presidente del Consiglio del Corso di Studi Magistrale in Rischio Ambientale e Protezione Civile. E’ uno dei principali esperti internazionali sulla contaminazione dell’ambiente marino e gli effetti ecotossicologici sugli organismi. Ha una lunga esperienza nello studio degli inquinanti emergenti, microplastiche e farmaci, nel trasferimento trofico di sostanze chimiche, sversamenti ed incidenti in mare e nella valutazione del rischio ecologico. Ha partecipato a 6 spedizioni scientifiche in Antartide e 2 in Artico ed è Editor-in-Chief della rivista internazionale Marine Environmental Research. E’ responsabile scientifico di numerosi progetti di ricerca nazionali ed internazionali.