Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Assedio di Corinaldo, al via i festeggiamenti

Sabato 18 marzo si aprono ufficialmente le iniziative inerenti alla rievocazione che, ogni anno viene commemorato con la celebre "Contesa del Pozzo della Polenta". Un evento che proprio quest'anno raggiunge il prestigioso traguardo dei 500 anni

Corinaldo

CORINALDO – A Corinaldo sabato 18 marzo si apriranno ufficialmente le attività inerenti al V Centenario dell’Assedio, che, ogni anno viene commemorato con la celebre “Contesa del Pozzo della Polenta”. Un evento che proprio quest’anno raggiungerà il prestigioso traguardo dei 500 anni (1517 – 2017).

Al teatro “C. Goldoni” alle ore 21.15, verrà messo in scena  “Attacchi di Pane”, presentato dalla “E.sperimenti GDO Dance Company”, una vivace compagnia artistica che spazia in maniera estremamente eterogenea fra i tanti stili. I festeggiamenti, prendono il via in uno dei luoghi simbolo della comunità locale: il Teatro, chiamato dai corinaldesi ‘piazza al coperto’ o ‘salotto buono’ della città, cuore pulsante ed aggregante dove tutti si recano per condividere accadimenti unici ed irripetibili del vivere insieme.

Da domani, quindi, verranno proposte a cittadini e turisti iniziative e attività che, gradualmente, avranno il compito di avvicinarsi alla manifestazione estiva del Pozzo della Polenta, che quest’anno si svolgerà da venerdì 21 a domenica 23 luglio

Comune e associazione Pozzo della Polenta, con la collaborazione della Pro Loco e di tutto l’associazionismo locale, delle scuole, degli istituti di credito e di privati cittadini, con il contributo della Regione Marche, hanno approntato tutta una serie di eventi che spaziano dalla storia all’arte al folclore, dallo spettacolo alle conferenze e alle pubblicazioni, per segnalare le specialità di Corinaldo e del suo territorio, che rappresentano un unicum in Italia e in Europa.

Sarà una grande festa, lunga un anno, per celebrare i cinquecento anni dall’assedio del 1517, che fece acquisire ai corinaldesi fama internazionale di resistenti eccezionali contro ‘l’invincibile’ assediante, Francesco Maria I Della Rovere, ed il titolo di ‘Città’, conferito con bolla papale, per la provata fedeltà allo stato della Chiesa di cui all’epoca Corinaldo faceva parte.

Sarà anche l’occasione per una ulteriore azione di promozione turistica del borgo d’Italia, e dal 2007 d’Europa, avendo rappresentato il nostro Paese al forum internazionale sul turismo sostenibile di Bordeaux, in Francia.

Il programma degli avvenimenti collegati al cinquecentenario:

Allo spettacolo “Attacchi di Pane” farà seguito, sabato 8 aprile, la “Presentazione del Volume dell’Assedio 1517”, in programma in Municipio alle 17.30 e nella sala consiliare “A.Ciani”.

Sabato 6 maggio, dalle 11.30, avrà luogo “Attività con la scuola”, in cui verranno presentati elaborati inerenti all’Assedio.

Domenica 28 maggio, sarà dedicata alla “Passeggiata dei Racconti”, lungo un altro dei luoghi simboli di Corinaldo: la Piaggia.

Giugno si porta in dote due iniziative: venerdì 9, dalle 21.15, la sala comunale “A. Ciani” del Municipio ospiterà “Un viaggio nei grandi paesaggi dei capolavori del Rinascimento”, mentre venerdì 30, sempre dalle 21.15, la sala “A. Ciani” del Municipio ospiterà “A tavola con i protagonisti del Rinascimento: Leonardo, Michelangelo, Galileo”.

A luglio, sarà di scena la 500centesima edizione della “Festa del Pozzo della Polenta“.

A settembre troveranno spazio altri quattro avvenimenti:
Domenica 10, dalle 15.30, il Mulino Patregnani (situato in via Madonna del Piano, 112) sarà il luogo dove avrà luogo “Mais, Dono del nuovo Continente”: animazione, degustazione, visita guidata del posto.
Sabato 23, dalle 17.30, la sala “A. Ciani” ospiterà “March’ingegno 2017. Trent’anni di Centro Studi Domenico Grandi”, in collaborazione con il Comune di Mondolfo.
Sempre sabato 23, dalle 21.15, il Goldoni ospiterà l’opera buffa “Livietta e Tracollo”.
Domenica 24 e alle 11, la sala “A. Ciani” del Municipio sarà la sede dove si terrà un “Convegno di Studi Storici”.

Domenica 1 ottobre, infine, la consegna dei premi relativi al concorso fotografico dedicato a Mario Carafoli, “Il paese più bello del Mondo”, si svolgerà nella sala “A. Ciani” del Municipio.