Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Ascoli, successo per la benedizione pasquale online. E pranzo solidale per il Circo Madagascar

La benedizione della parrocchia del popoloso quartiere di Monticelli ha avuto 500 collegamenti, anche dalla Russia. Pranzo donato a 50 persone del circo fermo in città

ASCOLI PICENO – La comunità del popoloso quartiere di Monticelli, ad Ascoli, si fa riconoscere per la sua grande generosità. Nel periodo di Pasqua, grazie alla raccolta fondi lanciata dalle parrocchie dei Ss. Simone e Giuda e di S.Rita, insieme ad altre offerte consegnate in chiesa è stato possibile offrire il pranzo di Pasqua alle oltre 50 persone del Circo Madagascar che da ormai 5 mesi sosta nel territorio locale ed è in difficoltà a causa dello stop agli spettacoli dovuto alla pandemia.

A 40 famiglie bisognose della parrocchia sono state invece donate altrettante gift card da 50 euro da spendere presso i punti vendita del Gruppo Gabrielli.

Grande partecipazione, inoltre, alla benedizione 2.0 organizzata il giorno di Pasqua. Siccome a causa della pandemia non è stato possibile quest’anno attivare la tradizionale visita alle famiglie nel periodo di Quaresima, la stessa parrocchia di Monticelli ha pensato di utilizzare il collegamento streaming per far sentire la comunità unita il giorno di Pasqua.

Nei giorni scorsi infatti sono stati consegnati dei kit contenenti una bottiglietta di acqua benedetta, uno schema per la preghiera in famiglia invitando tutti a collegarsi alle ore 12.40 sul canale YouTube parrocchiamonticelli.

Dalla chiesa dei Santi Simone e Giuda, dove erano presenti don Orlando Crocetti, parroco di San Giovanni Evangelista, don Giampiero Cinelli, parroco di San Simone e Giuda, il diacono Franco Bruni e don James Saenz, sacerdote colombiano, ospite nel periodo di Pasqua della Comunità di Monticelli, con puntualità svizzera alle 12.40 in punto, sotto la regia dei giovani dei gruppi parrocchiali (che avevano già ben animato tutto il triduo pasquale), è partita la diretta.

Oltre 500 famiglie si sono collegate, hanno partecipato alla preghiera comune e poi ciascuno ha benedetto la propria famiglia e la propria abitazione. Tanti i messaggi di ringraziamento pervenuti per l’iniziativa.

E quale sorpresa, quando uno dei messaggi è pervenuto addirittura da Mosca da dove la famiglia Buko ha scritto: «Don Giampiero e tutti i parrocchiani di Monticelli ad Ascoli Piceno! La nostra famiglia vi augura felice Pasqua! Vi ricordiamo tutti nelle nostre preghiere. Ricordiamo la calorosa accoglienza, la Santa Messa insieme a voi, meravigliosi sacerdoti (soprattutto don Mauro). Possa il Cristo risorto aiutare tutti voi a superare i momenti difficili».