Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Nel Piceno al via il progetto”Occhio alla cicca” per mantenere le spiagge pulite

L'iniziativa, avviata in questo week end negli chalet di Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto, è promossa da Marche Rifiuti Zero insieme con il Lions Club. Ecco di cosa si tratta

La presentazione dell'iniziativa “Occhio alla cicca”
La presentazione dell'iniziativa “Occhio alla cicca”

ASCOLI- Custodie per occhiali recuperate e lavorate in modo creativo, per ospitare mozziconi di sigarette nelle spiagge, ridurre i rifiuti in circolazione e aumentare la pulizia dell’ambiente in generale. Sono quelle utilizzate nell’ambito del progetto “Occhio alla cicca promosso da Marche Rifiuti Zero con la collaborazione del Lions Club, che è stato avviato in questo week end presso tre chalet della Riviera delle Palme: il Nord Est di Grottammare, il Gabry di Cupra Marittima e la Bussola di San Benedetto.

L’idea con finalità sia ambientali che sociali è partita a Brescia, grazie all’associazione 5R che ha pensato di recuperare tutte le custodie degli occhiali che i Lions inviano nei Paesi più poveri, e sfruttarle per decorarle e farne dei recipienti portatili per ogni singola persona o fumatore.

Custodie recuperate e decorate per uso ambientale

Cooperative e associazioni al lavoro per l’ambiente

Alle presentazioni del progetto hanno partecipato i bambini dell’associazione Natury, mentre a Cupra Marittima i ragazzi che fanno parte della cooperativa Lella, e che hanno colorato e adeguato gli oggetti riciclati per il nuovo uso. Con loro all’incontro l’assessore comunale all’ambiente Lucio Spina, la presidente di Marche Rifiuti Zero Sabrina Petrucci e la responsabile provinciale Cristina Farnesi. Quest’ultima ha illustrato agli intervenuti finalità e obiettivi dell’iniziativa, che si spera possa essere estesa durante l’estate ad altri locali della costa picena.

Riciclo e recupero dei materiali usati, il programma “Cupra per l’Ambiente”

L’assessore Spina, molto felice e soddisfatto per l’avvio del progetto nel suo territorio, ha ricordato che nel comune locale già dal 2019 è stato avviato il programma all’avanguardia Cupra per l’Ambiente. Vi aderiscono 60 attività, negozi ed esercizi del paesi che attraverso varie modalità si sono impegnati – insieme alla cittadinanza a migliorare lo stato dell’ambiente nel quale operano e a diminuire lo spreco di risorse e ad aumentare il riciclo e recupero dei materiali usati. Un lodevole percorso di crescita civile e sensibilità ambientale e sociale rivolto anche e soprattutto a villeggianti e turisti. All’incontro di Cupra Marittima è intervenuta anche Maria Elma Grelli per il Lions Club, oltre ad alcuni giovani del Leo Club.