Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Arcevia, partita la vaccinazione anti Covid

«Evento simbolico ma importante riconoscimento per l'ospedale di comunità» ha dichiarato il sindaco Dario Perticaroli

ARCEVIA – Partita anche all’ospedale di comunità di Arcevia la vaccinazione anti covid-19. Giornata simbolica quella di domenica 27 dicembre, che coincideva con l’avvio in quasi tutti gli stati europei della somministrazione: il v-day è iniziato anche nel paese dei nove castelli.

Senza tanto clamore, ma con una perfetta organizzazione: il via nella mattinata intorno alle ore 10, al piccolo ospedale di Arcevia come in sole altre 4 strutture della Provincia di Ancona. «Un’importante tappa verso la soluzione della grave crisi pandemica che stiamo vivendo» ha rimarcato l’amministrazione comunale. Sottoposta alla vaccinazione anti covid-19 una trentina di persone: si è trattato di 26 operatori sanitari e 4 ospiti della Rsa di Arcevia.

Ad attendere delle dosi di vaccino erano presenti, oltre al sindaco di Arcevia Dario Perticaroli, il direttore del distretto sanitario di Senigallia Alessandro Marini, la dirigente del servizio di igiene e sanità pubblica Daniela Cimini, la caposala Catia Belardinelli, i medici di base e altri operatori sanitari.

«La scelta della struttura sanitaria di Arcevia rappresenta un importante riconoscimento per la valenza dell’ospedale di comunità – continua l’amministrazione comunale -, considerato da sempre un presidio di eccellenza nel territorio dell’alta Valle del Misa».

«C’è soddisfazione – ha affermato il sindaco Dario Perticaroli – perché anche questo “evento”, pur simbolico, è il risultato di un lungo lavoro di collaborazione e di stimolo tra l’amministrazione comunale, l’Area Vasta 2 e il distretto sanitario di Senigallia. La stretta collaborazione tra gli stessi ha permesso, nel corso dello sviluppo della pandemia, uno stretto monitoraggio che ha consentito di intervenire con iniziative mirate al contenimento della situazione che, in particolari momenti, è risultata alquanto problematica».