Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Vaccino, i Carabinieri scendono in campo per le prenotazioni: assistenza ad anziani e persone fragili

L’iniziativa del Comando Generale dell’Arma punta ad assistere i cittadini ultrasettantenni, con minore dimestichezza nell’utilizzo del web o nessun accesso alla rete

Cristian Carrozza, comandante provinciale dei Carabinieri di Ancona

ANCONA – Avviate le prenotazioni della vaccinazione contro il covid-19 nei comandi dei Carabinieri della provincia di Ancona. L’iniziativa del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri punta ad assistere i cittadini ultrasettantenni, con minore dimestichezza nell’utilizzo del web o nessun accesso alla rete, specie per quanto concerne le fasce più deboli della popolazione, nelle procedure di prenotazione online per la somministrazione del vaccino immunizzante.

I 39 reparti dipendenti dal Comando Provinciale Carabinieri di Ancona, diffusi in maniera capillare sul territorio, daranno un supporto a chi è in difficoltà nella prenotazione degli appuntamenti.

«Una iniziativa che va a concretizzare l’aspetto di prossimità e vicinanza dei Carabinieri alla popolazione più bisognosa, con azioni reali e concrete sul territorio» afferma il comandante provinciale dei Carabinieri di Ancona Cristian Carrozza.

Per avere l’assistenza dei Carabinieri è sufficiente raggiungere la più vicina caserma dell’Arma, dove i cittadini potranno essere aiutati nella compilazione dei format richiesti. Nei casi di impedimento a raggiungere i comandi, gli anziani potranno contattare il 112 e chiedere il supporto dei Carabinieri che si recheranno direttamente nell’abitazione, dove verrà perfezionata per via telematica la procedura per la prenotazione del vaccino: i militari saranno infatti muniti di dispositivi portatili con i quali si recheranno nelle abitazioni dei cittadini più fragili.

Una bella iniziativa che mostra ancora una volta la vicinanza dell’Arma dei Carabinieri alla popolazione in questa complessa fase storica caratterizzata dalla pandemia. Per sostenere gli anziani l’Arma ha anche sottoscritto una convenzione con Poste Italiane che prevede, per il solo periodo emergenziale, la possibilità del ritiro delle pensioni da parte delle Stazioni Carabinieri in favore dei cittadini impossibilitati a raggiungere gli uffici postali.