Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Vaccini, via alle prenotazioni 50-59 anni. Saltamartini: «Stiamo predisponendo certificazione elettronica anche per estero»

Si aprono alle 12 di oggi le prenotazioni per la vaccinazione per le persone dai 50 ai 59 anni senza comorbilità. L'assessore alla Sanità anticipa che nei prossimi giorni verranno contattati i docenti

Immagine di repertorio

ANCONA – Scatta oggi – 15 maggio – alle ore 12 la prenotazione della vaccinazione contro il covid-19 delle persone nella fascia d’età 50-59 anni. Le persone interessate possono prenotare sulla piattaforma di Poste Italiane all’indirizzo  https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il Numero Verde 800.00.99.66 attivo dal lunedì a domenica dalle 9 alle 20. Per procedere con la prenotazione online, oltre ai dati personali dell’utente, occorre avere a disposizione il numero di tessera sanitaria e del codice fiscale, e un numero di cellulare al quale verrà notificata la conferma.

Con Poste Italiane, è possibile prenotare anche nei PostaMat attivi sul territorio regionale, basta inserire la tessera sanitaria, o tramite i portalettere che consegnano la posta a casa. Una volta avviata la prenotazione, all’utente verrà immediatamente comunicato il giorno, la sede dove verrà somministrato il vaccino e l’orario in cui ci si deve presentare al Punto di Vaccinazione. Al momento della somministrazione della prima dose, sarà comunicato il giorno per effettuare il richiamo.

Attiva anche la prenotazione tramite Sms sempre con Poste Italiane: basta inviare un messaggio, Sms appunto, con il codice fiscale al numero 339.9903947. Entro 48-72 ore si viene ricontattati dal servizio clienti di Poste Italiane per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e non presenta costi aggiuntivi rispetto a quelli previsti per l’invio di un semplice SMS dall’operatore telefonico di appartenenza.

L’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini

Nei giorni scorsi erano state aperte le prenotazioni dei 50-59 anni con comorbilità, e ad essersi iscritte sono state «circa 13.000 persone» spiega l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini: «Saranno gli Enti del servizio sanitario regionale a chiamare gli interessati per sottoporli a immunizzazione».

Mercoledì 19 maggio sarà la volta della fascia d’età 40-49 anni che potrà prenotarsi per la vaccinazione contro il covid-19, ma l’assessore fa sapere che «la vaccinazione vera e propria potrà, tuttavia, partire con la fornitura di vaccini di giugno e luglio 2021».

Nel fare il punto sulla campagna vaccinale delle persone vulnerabili non a carico del servizio sanitario, l’assessore chiarisce che «si sta completando l’immunizzazione delle persone che ancora non hanno ricevuto il siero. Si tratta di circa 7.000 persone». Per quanto concerne i caregiver «in questa ultima settimana si sono iscritti altri 5.000 familiari. Per tutta questa platea, in concomitanza con l’arrivo di nuovi vaccini, è prevista la conclusione della somministrazione entro la prossima settimana».

Intanto l’assessore fa sapere che la Regione è al lavoro per il green pass. «Stiamo predisponendo una certificazione elettronica – spiega – tipo App per telefonino, che potrà servire per l’estero. Dobbiamo modernizzare il tutto con tessera sanitaria elettronica e fascicolo sanitario elettronico accessibile dai cittadini. Ancora viaggiamo con la fotocopiatrice. Digitalizzazione, big data, intelligenza artificiale, sono parte della missione che mi è stata affidata 6 mesi fa con l’assunzione della delega di assessore alla sanità».

Infine per quanto riguarda la vaccinazione degli insegnanti, rinviata con ordinanza del Commissario Figliuolo del 9 aprile, nella quale aveva ridefinito i criteri di priorità nella vaccinazione, Saltamartini specifica che sono 2.671 i docenti ancora da vaccinare e che Asur ha il compito di chiamarli in questi giorni.