Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Studenti di infermieristiche nella campagna vaccinale: mozione del Pd in Consiglio regionale

Fabrizio Cesetti è il primo firmatario dell'atto, da discutere in Assemblea Legislativa delle Marche. Prevista la votazione dell'aula

Fabrizio Cesetti
Fabrizio Cesetti

ANCONA – Mozione in Consiglio regionale per il coinvolgimento degli studenti del corso di laurea in Scienze infermieristiche nella campagna vaccinale. A depositarla è stato il gruppo assembleare del Pd, primo firmatario il consigliere Fabrizio Cesetti. L’obiettivo, come scrivono i dem in una nota, è quello di supportare gli operatori sanitari e il personale medico impegnato nella somministrazione dei sieri contro il covid-19.

«Gli studenti del primo anno del corso – osserva il consigliere Cesetti- stanno ottenendo la certificazione necessaria all’esecuzione delle somministrazioni intramuscolari. Il loro impiego nella campagna vaccinale potrebbe sensibilmente velocizzare i tempi tecnici previsti, portando allo stesso tempo a una riduzione dell’impiego di personale sanitario e aumentando il numero di dosi somministrabili».

L’esponente dei dem evidenzia che essendoci 65 iscritti per ognuno dei tre anni in ogni polo provinciale del corso di laurea in Infermieristica, ad eccezione di Ancona che ne vanta 130 per anno, «potremmo contare su un totale di circa 1.170 studenti per l’intero territorio regionale». Un plotone che andrebbe ad affiancare il personale sanitario impegnato nei punti vaccinali.

La mozione impegna la giunta regionale anche a proporre in tempi brevi l’apertura di un bando straordinario per l’assunzione di «un consistente numero di neolaureati e specializzandi iscritti regolarmente all’ultimo e penultimo anno di corso della Scuola di specializzazione, non ancora impiegati e dunque disponibili, e a disporre un’ulteriore assunzione di personale, con premialità e cercando di valorizzare ulteriormente la componente giovanile a supporto delle Usca, secondo quanto già disposto dal decreto legge 34 del 2020».