Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Turismo, stagione estiva al via il 29 maggio. Pieroni: «Settore strategico dell’economia marchigiana»

L'assessore regionale ha annunciato misure a sostegno delle attività ricettive e balneari, oltre ad uno stanziamento di 300 mila euro per i tour operator che attirano turisti nelle Marche

La spiaggia Urbani di Sirolo

ANCONA – Via libera alla stagione estiva il 29 maggio e poi circa 300 mila euro a sostegno dei tour operator che fanno incoming, ovvero promozione delle Marche in Italia e all’estero. È quanto ha annunciato l’assessore regionale al turismo Moreno Pieroni nel corso della seduta odierna del Consiglio regionale che si è svolta nuovamente in modalità telematica.
Sul fronte dell’apertura della stagione estiva Pieroni ha precisato che verrà definita lunedì 4 maggio in Giunta, ma intanto l’intenzione dell’assessore è quella di premere sull’acceleratore per permettere agli operatori di ripartire al più presto e di consentire loro di «poter fruire del week end collegato al ponte del 2 giugno». Operatori ancora bloccati per il lockdown imposto per limitare la diffusione del Coronavirus.

Intanto è già pronto il protocollo sulle misure di sicurezza a cui dovranno attenersi balneari, alberghi, ristoranti, bar, gelaterie, campeggi e tutte le altre strutture ricettive, che nei prossimi giorni verrà condiviso già da domani con le associazioni di categoria. «Vogliamo condividerlo con le associazioni di categoria – spiega Pieroni -, per concertare le misure migliori per garantire la sicurezza sanitaria dei marchigiani e dei turisti».
Obiettivo, avere il protocollo già definito per metà maggio in modo da dare il tempo necessario agli operatori per organizzarsi.

Ma in discussione ci sono anche misure di sostegno per le attività commerciali delle aree del cratere, da estendere eventualmente anche a tutte le altre aree montane. «La nostra intenzione – prosegue – è quella di attenzionare con forza le attività ricettive e commerciali del cratere e delle aree montane, una misura fortemente voluta anche dal presidente Ceriscioli».

Moreno Pieroni

Per metà maggio partirà anche la campagna promozionale che sarà rivolta non solo sul piano nazionale, ma anche in maniera particolare verso le regioni limitrofe. «Questo è un momento molto importante per il turismo –  conclude Pieroni – un settore strategico dell’economia marchigiana, il secondo pilastro dopo il manifatturiero per Pil e occupazione, ma è anche il settore più in difficoltà».

Pieroni ha spiegato che a sostegno del turismo verranno stanziati circa 20 milioni di euro, ai tour operator verranno destinati contributi tra i 250 mila ed i 300 mila euro per richiamare turisti nelle Marche.