Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Turismo boom, Riviera del Conero sold out. Agosto tutto esaurito

Boom di presenze nella Riviera del Conero, dove la quota di turisti giunti tra Numana e Sirolo, superano le più rosee aspettative. Soddisfatti sindaci e operatori

La spiaggia di San Michele a Sirolo
La spiaggia di San Michele a Sirolo (Foto: turismosirolo.it)

ANCONA – È boom di turismo nella Riviera del Conero. Nella seconda estate alle prese con la pandemia da Numana a Sirolo le strutture ricettive sono sold out fino alla prima settimana di settembre. E le presenze di turisti hanno superato anche le più rosee aspettative.

«La stagione turistica sta andando molto bene – afferma il sindaco di Numana, Gianluigi Tombolini -, le strutture ricettive sono piene e la macchina organizzativa sta procedendo molto bene». Un turismo, quello della Riviera del Conero, che vede il ritorno anche delle presenze straniere.

«Si sono riaffacciati i primi turisti stranieri – prosegue il sindaco di Numana -, mentre l’anno scorso eravamo a zero, quest’anno sono tornati. C’è una grande voglia di Riviera del Conero, grazie anche alla promozione turistica che abbiamo fatto». E in vacanza – lavoro a Numana c’è anche il vice presidente nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, nei giorni scorsi in visita istituzionale a Sirolo all’Ente Parco del Conero. Soddisfatto per la stagione sold out il sindaco: «Mi aspettavo di confermare il successo di presenze registrato l’anno scorso, ma quest’anno abbiamo addirittura incrementato, siamo al 100% di presenze nel mese di luglio e questo mi riempie di orgoglio. C’era tanta voglia di uscire e di muoversi» dopo i lunghi mesi di limitazioni e chiusure imposti dalla pandemia.

Gianluigi Tombolini, sindaco di Numana

Intanto il primo cittadino punta ad allungare la stagione estiva a tutto il mese di settembre e annuncia una campagna promozionale mirata, sulle televisioni e sui social, per portare turisti anche in quel periodo: «Ritengo che Numana e la Riviera del Conero abbiano tanto da dire anche in questi mesi». Intanto proprio in questi giorni è partito il nuovo servizio di trasporto turistico, gratuito, con mezzi urbani che percorrono tutto il territorio, consentendo ai villeggianti e anche ai marchigiani di raggiungere comodamente il centro cittadino per assistere ai numerosi eventi che costellano la stagione estiva, per lo shopping, per una cena o anche per raggiungere le spiagge.

È «boom di presenze» anche a Sirolo, come ci spiega il primo cittadino Filippo Moschella: «Abbiamo il tutto esaurito nelle strutture ricettive già da tempo» e le prenotazioni non mancano neanche per il mese di settembre. «Abbiamo lavorato per arrivare a questo risultato» afferma il sindaco, che punta a confermare anche per quest’anno le presenze di turisti Svizzeri che erano giunti a Sirolo per trascorrere le vacanze nel mese di ottobre.

Filippo Moschella, sindaco di Sirolo

Moschella sottolinea anche l’impegno messo in campo dall’amministrazione comunale per rendere covid-free la cittadina, dove non ci sono più casi positivi al virus dal mese di maggio. Nel punto vaccinale di popolazione attivato dal Comune sono state vaccinate più di 3mila persone, un importante risultato, che ha consentito all’amministrazione comunale di garantire ai cittadini marchigiani e ai turisti di «trovare un ambiente sano e salubre». E anche a Sirolo non sono mancati i vacanzieri di spicco, come Romano Prodi, Vittorio Sgarbi e Flavio Briatore.

Il sindaco intanto è al lavoro per garantire una estate serena anche sul fronte della sicurezza stradale nel suo territorio: «Stiamo predisponendo il più elevato dispositivo di controllo che sia mai stato messo in campo» aggiunge, precisando che i controlli, che vedranno in campo Polizia e Polizia Locale, interesseranno il tratto di Strada Provinciale 1, la strada del Monte Conero, dove l’obiettivo è garantire la sicurezza nell’ambito della viabilità stradale e scongiurare corse in moto, dai pericolosi esiti.

Capillari anche i servizi di assistenza e controllo sulle spiagge, condotti dalla Polizia Locale e dall’associazione nazionale Carabinieri, per far rispettare le disposizioni di sicurezza. Controlli anche al Passo del Lupo, dove spesso si avventurano turisti per raggiungere le due Sorelle, con il rischio di pericolosi infortuni. E proprio per questo il sindaco si sta muovendo, insieme all’Ente Parco del Conero, per modificare l’indirizzamento sui motori di ricerca (Google), in modo che i turisti non si spingano più sul passo, ma vadano alla spiaggia di San Michele dove possono prendere il traghetto per arrivare alle due Sorelle.  

Gli operatori turistici

Il bagnino del Numana Palace. Roberto

Oltre alle strutture ricettive anche le spiagge sono sold out. «Rispetto all’anno scorso c’è sicuramente molto più movimento – spiega Roberto, bagnino dello stabilimento balneare Numana Palace di Marcelli Numana -, le presenze sono aumentate quasi del doppio e abbiamo iniziato a lavorare subito già nel mese di giugno, in anticipo rispetto agli altri anni». 

Per il mese di settembre ci spiega che «c’è una prospettiva di richiesta molto più alta degli altri anni, tanto che anche l’hotel si sta organizzando per tenere aperto anche a fine settembre inoltrato». VI aspettavate una presenza così nutrita? «Sicuramente ci aspettavamo una crescita. ma non così elevata». A fare capolino sulle spiagge della Riviera del Conero ci sono anche i turisti stranieri, soprattutto Francesi e Belgi, ma pochi i tedeschi. 

Sandra, ristorante Il pesce innamorato

«La stagione sta andando bene, le presenze si sono concentrate di più soprattutto nel fine settimana, ma già in questi giorni stanno riprendendo una certa continuità» spiega Sandra del ristorante Il pesce innamorato di Marcelli di Numana.

Sul green pass che diventerà obbligatorio per mangiare all’interno dei locali dal 6 agosto, spiega che la novità «potrà creare un po’ di scompenso per le attività, perché comunque dovremmo chiedere alle persone se ce l’hanno e magari sedute allo stesso tavolo potranno esserci persone che ce l’hanno e altre no». Insomma non sarà semplice.

«La stagione sta andando molto bene e abbiamo un 20% in più di presenze rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso – spiega Daniele Cingolani, del ristorante La Pagodina di Marcelli di Numana -, le persone hanno una grande voglia di uscire dopo essere state chiuse in casa per diversi mesi».

Daniele Cingolani, ristorante La Pagodina