Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Torrette, guasto al sistema archiviazione immagini radiologiche, attivata l’unità di crisi

Il guasto tecnico all'hardware ha impedito ai radiologi per alcune ore di archiviare le immagini di refertazione, anche se potevano vederle a schermo. Il problema è stato risolto nel giro di alcune ore. Per alcuni pazienti dell'ortopedia attivato il fast tack

L'ospedale regionale di Torrette, ad Ancona

ANCONA – Guasto al sistema di archiviazione delle immagini (Pacs) della Tac, Rx e Risonanza Magnetica Nucleare di Torrette e Salesi. Il problema, che si è verificato intono alle 16,30 di ieri (31 maggio) a causa di un guasto all’hardware, ha impedito per alcune ore ai radiologi di archiviare le immagini di refertazione, anche se potevano vederle a schermo, e quindi di dare risposte immediate ed efficaci, in particolare al Pronto Soccorso. La direzione degli Ospedali Riuniti ha insediato immediatamente l’Unità di Crisi, coordinata dal dottor Roberto Papa della direzione ospedaliera, alla quale hanno preso parte la dottoressa Stefania Maggi, direttore della Fisica Sanitaria, il dottor Aldo Salvi, direttore del Dipartimento Dea, il professor Andrea Giovagnoni, direttore del dipartimento di scienze radiologiche, l’ingegner Andrea Badaloni, del sistema informativo aziendale che ha gestito il guasto tecnico coordinando l’attività con il dottor Ermanno Zamponi della centrale operativa del 118, insieme al dottor Riccardo Luzi della direzione medica dell’Inrca.

Il dottor Roberto Papa

«I pazienti con piccoli traumi in attesa al Pronto Soccorso, dopo valutazione medica, sono stati rinviati a questa mattina», spiega la direzione ospedaliera in una nota. Dopo il ripristino del sistema, le altre attività legate al trasferimento e all’archiviazione degli esami, sono condotte tutt’ora, spiegano «e se ne prevede la conclusione entro il pomeriggio di oggi. Il Servizio di Radiologia ha ripristinato la sua normale attività operativa mentre contestualmente sono ancora in corso le verifiche tecniche del caso». «La situazione in Pronto Soccorso al momento si può dire normalizzata».

Non si sono registrate criticità, fa sapere la direzione degli Ospedali Riuniti di Ancona, il problema è stato risolto e non c’è stata perdita di dati. La direzione ospedaliera ha espresso soddisfazione per il buon lavoro di squadra che non ha comportato particolari problemi nell’erogazione dei servizi ai pazienti.

Lo stato di crisi iniziato alle 16,30 è rimasto attivo fino alle 24 del 31 maggio, mentre lo stato di allerta, in coordinamento con la Centrale Operativa del 118, è stata mantenuta per tutta la notte fino alle 7 di questa mattina, momento in cui è stato comunicato il ritorno alla normalità. Il danno all’hardware è stato recuperato in alcune ore anche attraverso l’attività in remoto della Ge Electronics da Londra. Per una ventina di pazienti dell’ortopedia è stato attivato il fast track. Questa mattina si è svolta una riunione per fare il punto della situazione  presieduta dal direttore generale Michele Caporossi.