Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Tentato omicidio e associazione a delinquere, rimpatri ed espulsioni

I poliziotti hanno accompagnato nei centri di rimpatrio 5 persone ritenute pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica, con a carico condanne per rapina aggravata, porto d’armi e droga

I poliziotti durante un servizio di rimpatrio

ANCONA – Cinque persone rimpatriate e altre cinque espulse. È parte dell’esito dell’attività condotta dall’’Ufficio Immigrazione della Questura di Ancona.

I controlli sono scaturiti da una serie di servizi disposti dal Questore di Ancona, Giancarlo Pallini, mirati al contrasto di ogni forma di illegalità sul territorio e ad incrementare la sicurezza dei cittadini.

Da gennaio ad oggi l’Ufficio Immigrazione ha proceduto all’accompagnamento nei centri di rimpatrio di 5 persone ritenute pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica e con a carico condanne per rapina aggravata, porto d’armi e droga.

Si tratta di soggetti rintracciati nell’Anconetano a carico di persone di nazionalità Dominicana, Rumena, Macedone e Tunisina, che erano state scarcerate. Inoltre i poliziotti hanno eseguito 5 espulsioni giudiziarie, alternative alla detenzione disposta dall’Autorità giudiziaria.

Gli uomini della Questura hanno accompagnati alla frontiera e hanno provveduto al rimpatrio con scorta anche di soggetti di nazionalità Colombiana, Albanese, Moldava, che risultavano avere condanne e precedenti di Polizia di rilievo per gravi reati come tentato omicidio aggravato, associazione a delinquere, porto d’armi, violenza minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, rapina, furto, lesioni personali, ricettazione.

Il Questore di Ancona ha emesso anche 14 misure a carico di soggetti a cui è stato trattenuto il passaporto e che sono stati sottoposti all’obbligo di firma in Questura, Misure anche queste alternative al trattenimento nei Centri per i rimpatri e finalizzate all’esecuzione di provvedimenti di espulsione.

Nell’ambito dell’attività sono stati notificati anche 23 provvedimenti di espulsione firmati dal Prefetto di Ancona, mentre il Questore di Ancona ha firmato nello stesso periodo 30 ordini a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni nei confronti di 30 stranieri irregolari sul territorio.

Eseguito anche il rimpatrio volontario di un cittadino rumeno, oltre a due provvedimenti di allontanamento con intimazione a lasciare il territorio nazionale a carico di cittadini albanesi.