Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Super Green pass, da oggi si cambia: ecco tutto quello che c’è da sapere

La stretta sul certificato verde parte da oggi, lunedì 6 dicembre, in tutta Italia ed è valida anche in zona bianca. Niente più ristorante, cinema e teatro per chi non è vaccinato

ANCONA – Entra in vigore da oggi – 6 dicembre – il Super Green pass, la certificazione verde che consentirà solo a vaccinati e guariti di accedere a tutta una serie di attività che saranno invece precluse ai non vaccinati. Una stretta che resterà in vigore fino al 15 gennaio 2022 e che è valida anche in zona bianca.

Con il Green pass base, ovvero quello ottenuto con l’esito negativo di un tampone, si potrà continuare ad andare a lavoro, in palestra, a pernottare in albergo. Chi viene sorpreso a violare le regole è soggetto a sanzione da 400 a 1.000 euro.

I vaccinati ed i guariti che hanno già il Green pass non devono scaricare una nuova certificazione, se questa non è scaduta.

Bar, ristoranti e alberghi

Da oggi potranno sedersi al tavolo del ristorante e del bar al chiuso solamente vaccinati e guariti, ovvero le persone in possesso del Super Green pass. Non serve invece per un caffè o un drink veloce al bancone del bar, né per mangiare seduti nei tavoli all’aperto di bar e ristoranti. Per gli hotel basterà il Green pass base, ovvero quello che si ottiene con l’esito negativo di un tampone.

Discoteche, cinema, teatri e musei

Con le nuove misure le discoteche e anche tutte le altre attività resteranno aperte anche in zona arancione, ma saranno accessibili solo a vaccinati e guariti e quindi a chi ha il Super Green pass. Nei cinema, musei e teatri si entra solamente con il Super Green pass, indipendentemente dal colore della regione.

Palestra e piscina

Per andare in palestra e piscina basterà il Green pass base, ma se la regione passerà in zona gialla allora bisognerà avere il Super green pass per accedervi.

Stadi e palazzetti

Obbligo di Super Green pass per stadi, palazzetti e impianti sportivi. L’accesso a questi luoghi sarà precluso ai non vaccinati.

Cerimonie

Le cerimonie (matrimoni, battesimi, comunioni e altri eventi che seguono cerimonie civili e religiose) sono escluse dalle attività per cui è richiesto il Super green pass.

Bus e Treni

Obbligo di Green pass base per salire a bordo di bus e treni regionali. La certificazione verde finora era obbligatoria solo per i mezzi a lunga percorrenza (treni, navi, aerei, bus).

Passaggi di zona

Nel caso in cui una regione cambi zona, ovvero fascia di rischio, le restrizioni e le limitazioni scattano solo per i non vaccinati. Le limitazioni sugli spostamenti e le chiusure valgono per tutti vaccinati e non, solo in caso di passaggio in zona rossa.

Mascherine

Ricordiamo che in zona bianca la mascherina non è obbligatoria all’aperto, anche se diversi sindaci nelle Marche sono intervenuti con ordinanze per imporla in alcune città (Ancona, Pesaro).

In ogni caso la mascherina è sempre obbligatoria nei luoghi chiusi compresi i mezzi di trasporto pubblico e in tutte le situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o siano possibili assembramenti (in questo caso anche all’aperto).

La mascherina è obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa.

Tampone e certificato

Il Green pass ottenuto con l’esito negativo di un tampone molecolare resta valido per 72 ore, quello rapido per 48 ore.