Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Sequestrate due tonnellate di marijuana

La sostanza stupefacente, trovata in un tir proveniente dall'Albania al porto di Ancona, nel corso di controlli da parte della Guardia di Finanza, una volta immessa sul mercato illegale, avrebbe fruttato oltre 20 milioni di euro. Dall’inizio dell’anno sono oltre dodici le tonnellate di droga recuperate

Il Tir e i pacchi di droga sequestrata al porto di Ancona

ANCONA – La lotta al narcotraffico internazionale condotta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dalla Guardia di Finanza di Ancona ha portato al sequestro di oltre due tonnellate di marijuana. La droga è stata individuata in un carico di copertura costituito da pannelli di cartongesso all’apparenza perfettamente sigillati, trasportati a bordo di un Tir proveniente dall’Albania.

Il sistema di analisi dei rischi sviluppato dall’Agenzia con il quale vengono selezionate le spedizioni da sottoporre a controllo e l’intervento della Guardia di Finanza, che nell’occasione ha impiegato un’unità cinofila specializzata, il cane “Barnet”, hanno consentito l’importante ritrovamento. Al fine di individuare i responsabili del traffico illecito, lo stupefacente è stato posto sotto controllo. Al termine di una complessa operazione di sorveglianza e monitoraggio sono stati quindi tratti in arresto tre cittadini stranieri coinvolti a vario titolo.

La sostanza stupefacente, una volta immessa sul mercato illegale, avrebbe fruttato oltre 20 milioni di euro. Dall’inizio dell’anno, grazie ad una sempre più incisiva azione di controllo e di monitoraggio del traffico proveniente dall’Albania, sono oltre dodici le tonnellate di marijuana sottratte all’illecito mercato criminale presso il porto di Ancona.