Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Salvini nelle Marche, le Sardine: «Pensi a stare in Senato invece di mangiare olive ascolane»

Il referente del movimento giovanile di Ancona, Giovanni Perticaroli, non usa mezzi termini per ribattere alle dichiarazioni di Matteo Salvini ieri in tour nelle Marche. Ecco cosa ci ha detto

Sardine (Immagine di repertorio)

ANCONA – «Sulla sanità i discorsi di Salvini sono pericolosi: il modello Lombardo ha mostrato falle pericolose e anche se nelle Marche cose da sistemare ce ne sono e la struttura va certamente riorganizzata, è comunque una eccellenza, che vanta operatori sanitari molto preparati e competenti». La replica delle Sardine al tour elettorale di ieri (6 agosto) del leader della Lega, che ha toccato varie località fra le quali Grottammare, Macerata e Fabriano, non si è fatta attendere. Il referente del movimento giovanile di Ancona, Giovanni Perticaroli, non usa mezzi termini per ribattere alle dichiarazioni di Matteo Salvini che proprio ieri ha presentato la squadra dei candidati in corsa per le elezioni regionali del 20 e 21 settembre 2020.

Sul palco a Macerata il leader della Lega, parlando dei punti programmati per le Marche, ha espresso l’intenzione di voler riaprire alcuni dei presidi ospedalieri chiusi, dichiarazioni alle quali le Sardine ribattono spiegando che, anche se ci sono punti importanti come l’Ospedale di Fabriano che vanno tenuti aperti, «non è certo il modello Lombardo che potrà aiutarci, quanto piuttosto quello Emiliano».

«Salvini è un senatore della Repubblica, è li che deve pensare agli italiani – prosegue Perticaroli – non mangiando olive all’ascolana o proponendo slogan dietro i quali si nasconde il vuoto». Sulla questione immigrati e covid, la Sardina marchigiana puntualizza che il leader della Lega invece di accusare gli sbarchi di essere responsabili della diffusione dell’epidemia di coronavirus, «dovrebbe pensare a smetterla di fare selfie senza mascherina con i suoi fan».

Fra le stoccate lanciate da Salvini sul palco di Macerata quella relativa ai tempi di percorrenza del tratto marchigiano dell’A14: «Le infrastrutture sono molto importanti – prosegue – e le Marche riceveranno ingenti somme per sistemarle: carenze ci sono e questo lo ha ammesso anche la coalizione di centrosinistra, ma ora i fondi arriveranno e quindi non ci sono più scuse».

Le Marche secondo l’esponente delle Sardine, «hanno bisogno di rilancio e di un cambio di passo, da tempo lo chiediamo e lotteremo per ottenerlo, ma non è con gli slogan che si porta il cambiamento, serve piuttosto impegno e presenza: Salvini è sempre in tour, invece dovrebbe pensare a stare in Senato e lavorare per gli italiani». Sul fronte economico Perticaroli spiega che è necessario puntare su una economia attenta al green e alla sostenibilità, mettendo al centro la persona, non solo i profitti, così da garantire la conciliazione fra lavoro e famiglia. «Una riorganizzazione che attrae lavoro e che fa ripartire l’economia».

Intanto le Sardine stanno predisponendo un fitto calendario di iniziative che accompagneranno la campagna elettorale da qui al voto e i cui appuntamenti verranno divulgati a breve. Fra questi sono previste anche della piazze, inclusa Ancona, anche se spiega «vogliamo essere sicuri che tutto avvenga in sicurezza».