Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Regionali, Ceriscioli: «Questa sia l’ultima settimana», Mancinelli e Longhi vanno a Roma?«Io resto qua»

Il presidente della Regione Marche preme sull'acceleratore e chiede di convocare entro sabato al massimo la direzione del partito per sciogliere i nodi sulla candidatura per le regionali

Luca Ceriscioli
Il governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli

ANCONA – Questa deve essere la settimana decisiva per chiudere il cerchio sulla candidatura alla presidenza della Regione Marche. A voler stringere sui tempi questa volta è il presidente regionale Luca Ceriscioli che a margine della conferenza stampa sugli investimenti compiuti dalla Regione nel quadriennio 2015-2019, sollecitato dai giornalisti, ha spiegato che è tempo di decidere. «Ieri ci siamo messi d’accordo sul fatto che bisogna stringere e arrivare rapidamente ad una conclusione», ha spiegato riferendosi all’incontro avuto con i vertici del Pd marchigiano. «Non possiamo più trascinare questa situazione che logora tutti quanti».

«Questa sia l’ultima settimana con i fuochi d’artificio, almeno quelli in cui parliamo solo di noi stessi e annoiamo molto i cittadini», ha dichiarato precisando che lui, il governatore, preferisce «parlare di investimenti e di sviluppo piuttosto che dei problemi interni del centrosinistra».

Sull’ipotesi primarie preferisce aspettare «sabato, abbiamo detto che questa settimana chiudiamo, lì decidiamo. Oltre sabato non possiamo andare, inizierebbero a saltare tutti i tempi».

Poi la stoccata ai viaggi romani compiuti della sindaca di Ancona Valeria Mancinelli che nei giorni scorsi aveva incontrato il leader dei dem Nicola Zingaretti e a quello dell’ex rettore Sauro Longhi che invece proprio ieri è stato ricevuto dal capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi. «Ognuno ha fatto il suo percorso – ha detto Ceriscioli riferendosi alla Mancinelli – e si rispettano le scelte di ognuno, ma credo ci sia la necessità di una sintesi più alta che ci permetta di avviare un percorso che porti alla necessaria partenza della campagna elettorale».

«Visto che il lavoro fatto è tanto, ma spesso la conoscenza è poca – prosegue – , abbiamo bisogno più di tutti gli altri di poter raccontare la mole di impegno che la Regione sta portando avanti».

Riferendosi invece al vertice romano fra Longhi e Crimi, il presidente regionale ha dichiarato: «Vanno tutti a Roma, ma io resto qua nel territorio. Era anche un impegno assunto e mantenuto in questi 5 anni, di essere molto presente. Presto darò la mappa per vedere tutti i comuni in cui sono stato in questi anni, che sono veramente tanti, alcuni frequentati tantissimo per via del sisma».

Infine Ceriscioli ha auspicato la necessità di convocare entro sabato al massimo la direzione regionale per sciogliere i nodi; «Non possiamo andare oltre», ha concluso. Intanto domani la Mancinelli ha annunciato una diretta Facebook nella quale dovrebbe parlare delle Regionali.