Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Ancona, proseguono le visite dei cinghiali a Posatora. I cittadini chiedono attenzione – VIDEO

Nuovi avvistamenti. Diverse le segnalazioni dei residenti. Già in passato questi episodi si erano verificati ma adesso stanno diventando pericolosamente più frequenti

Cinghiali per strada
Un fotogramma di due cinghiali avvistati a Posatora

ANCONA – Il problema dei cinghiali sta diventando una cosa seria a Posatora. Nello storico quartiere di Ancona, dopo le prime avvisaglie dei giorni scorsi, si sono ripetuti gli avvistamenti di cinghiali che girano indisturbati alla ricerca di cibo. Il video che pubblichiamo testimonia la presenza dalle parti dell’ex Crass ma anche in zone urbane e trafficate durante il giorno. I cittadini, riuniti in Comitati nella maggior parte, si sono già rivolti alle autorità ricevendo la promessa di attenzionare con la massima cura il fenomeno.
Lo ha confermato Luigi Gasparoni, membro sia del Circolo Belvedere che del Comitato spontaneo “Posatora Nostra”: «La situazione desta preoccupazione perché queste visite si stanno ripetendo con preoccupante frequenza. I cinghiali, che non sono pochi, si sono visti all’ex Crass ma anche in via Anna Frank o in via Grotte, accanto a palazzi e strade trafficate. In quelle zone può capitare che le madri escono con i bambini piccoli e capite la pericolosità. Perché sono aumentati così? Per il cibo, per i rifiuti. La pandemia ha portato tanta gente nei parchi e i residui di cibo si sono moltiplicati. Oltretutto i bidoni della differenziata non bastano e spesso gli odori restano nell’aria attirando così questi cinghiali».

Sulle rassicurazioni ricevute dalle autorità Gasparoni prova a fare chiarezza: «Insieme agli altri Comitati, tra cui “Frana Contro” del presidente Egildo Massi, abbiamo raccolto delle firme e ci siamo rivolti sia al Comune di Ancona che alla Regione Marche. Ci hanno detto di pazientare in quanto presto sarà inviata una ventina di persone per risolvere il problema senza causare eccessivi danni. Dal nostro punto di vista c’è preoccupazione perché comunque si tratta di cose abbastanza anomale e le segnalazioni in passato non erano mancate».

Il 15 dicembre scorso, come testimonia anche un nostro articolo a riguardo, c’era stata un’analoga denuncia da parte del consigliere Arnaldo Ippoliti (60100) che riportiamo integralmente: «I residenti lamentano la presenza sempre più frequente dei cinghiali che forzano le recinzioni e causano danni. In particolare sono stati avvistati nella zona sopra il centro Zaffiro. La zona è molto trafficata e la loro presenza è anche un problema di sicurezza per gli automobilisti. L’amministrazione con quali enti preposti ha intenzione di dialogare e che misure vuole adottare per risolvere la situazione?».

Addirittura il 15 ottobre i cinghiali erano stati segnalati dalle parti di Via del Fornetto causando un incidente stradale culminato con una ragazza costretta ad andare al pronto soccorso per i traumi riportati nel tamponamento conseguente all’attraversamento dell’animale da parte di un’altra macchina.

Il 13 gennaio, invece, una mandria di cinghiali era stata avvistata dalle parti del Taunus di Numana. Si trattava di 11 mammiferi appartenenti alla famiglia dei suini, non nuovi dalle parti del Conero.