Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Coronavirus, nuovo Dpcm: mascherina sempre con sé e multe più salate

Le nuove regole scattano da domani 8 ottobre. Fra le novità introdotte, la protezione facciale da indossare all'aperto e in tutti luoghi al chiuso, non solo pubblici. Sanzioni fino a mille euro

ANCONA – È via libera dal Consiglio dei Ministri al nuovo Dpcm che proroga lo stato di emergenza al 31 gennaio 2021 e che impone l’utilizzo della mascherina all’aperto per tutto l’arco della giornata quando si è vicini a persone non conviventi, con le uniche eccezioni dell’attività sportiva e dei luoghi isolati. L’obbligo di indossare la protezione facciale anti-coronavirus scatta dall’8 ottobre e riguarda anche in tutti i luoghi al chiuso (anche di lavoro),  non più solo in quelli ad accesso pubblico, un giro di vite che scatta ovunque, ad eccezione della propria abitazione.

Non serve invece indossare la mascherina all’aperto se si è lontani da assembramenti e in compagnia di persone conviventi. L’altra novità introdotta dal decreto è rappresentata dall’obbligo di portare sempre con sé le mascherine. Esentati dal dover indossare la protezione facciale, i bambini sotto i 6 anni di età e le persone affette da patologie o disabilità che non sono compatibili con l’uso della mascherina.

Il decreto, oltre ad introdurre l’obbligatorietà della protezione facciale all’aperto h24, misura già prevista nelle Marche con ordinanza del presidente regionale Acquaroli del 3 ottobre, proroga anche le misure già in vigore, come il distanziamento e il divieto di assembramento. Norme alle quali le Regioni non potranno derogare, perché avranno la sola facoltà di adottare norme più restrittive di quelle previste dal Governo. Non cambiano invece le regole in classe. Fra le novità introdotte dal Dpcm, c’è una stretta sulle sanzioni che sono inasprite e andranno da 400 a 1.000 euro.