Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Ancona, nuovo centro vaccinale al Palarossini con 15 postazioni. Mancinelli su AstraZeneca: «Sono over 60, io lo farò»

La sindaca ha annunciato che per i primi di maggio sarà operativo il nuovo punto vaccinale con il doppio delle postazioni rispetto al Paolinelli. Poi dice la sua sul siero anglo-svedese

Valeria Mancinelli al punto vaccinale Paolinelli di Ancona

ANCONA – Il nuovo punto vaccinale ad Ancona sarà «molto probabilmente il Palarossini» e sarà operativo «dai primi giorni di maggio». Lo ha detto la sindaca di Ancona Valeria Mancinelli rispondendo ai giornalisti, al centro vaccinale Paolinelli, a margine della visita del commissario straordinario per l’emergenza covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo, e del capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio.

«Avevamo predisposto una serie di possibili alternative perché il Palarossini era interessato da una serie di concorsi – ha detto la sindaca -, indetti proprio dall’Asur per personale più che necessario da assumere all’Inrca, però pare che si stia trovando la possibilità di spostare l’ultimo dei concorsi previsto per la fine di maggio in altra sede e questo renderebbe disponibile la struttura fin da fine aprile».

In pratica il punto vaccinale Paolinelli resterebbe in funzione «ancora una quindicina-venti giorni» spiega Valeria Mancinelli, precisando che «se arrivano più dosi anche con la possibilità di ampliare con almeno altre due-tre postazioni» per poi passare a maggio, «quando dovrebbe arrivare il “grosso”, si potrà partire con il Palarossini, con il massimo della capienza e della disponibilità di parcheggio».

Stefano Foresi, assessore alla Protezione civile del Comune di Ancona

L’assessore alla Protezione civile del Comune di Ancona, Stefano Foresi, ha spiegato che nella sala centrale del Palarossini «metteremo minimo 15 postazioni» raddoppiando quelle presenti al Paolinelli che sono 8. Oltretutto Foresi ha sottolineato che il salone centrale della struttura «è già predisposta» e non ci sono problematiche di barriere architettoniche.

Sollecitata sulla questione AstraZeneca, dopo il pronunciamento dell’Ema e la decisione del ministero della Salute di consigliarlo agli over 60, la sindaca Mancinelli ha detto: «Non faccio il tuttologo, ma credo che il messaggio che debba essere ripetuto da tutti, dalle persone di buon senso e tanto più da chi ha responsabilità protempore di governo pubblico, è quello che hanno detto gli scienziati e cioè, che pur con tutti gli approfondimenti fatti è ancora molto, ma molto consigliabile fare i vaccini, tutti, compreso AstraZeneca». La sindaca ha rimarcato: «Tra l’altro io sono over 60 quindi mi toccherà AstraZeneca e lo farò molto tranquillamente».