Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Maxi terapia intensiva, l’appello della Regione per le donazioni: «Serve l’aiuto di tutti»

La fondazione scelta dall'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso è il corpo italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta. Intanto lo staff è al lavoro per realizzare la struttura all'Ente Fiera di Civitanova Marche

Luca Ceriscioli
Il presidente regionale Luca Ceriscioli

ANCONA – È il corpo italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta la fondazione scelta dall’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso per le donazioni destinate a realizzare nelle Marche la maxi terapia intensiva da 100 posti letto. A comunicarlo la Regione Marche. «Per realizzarla occorrono 12 milioni di euro – aveva dichiarato il presidente regionale Luca Ceriscioli – . Non possiamo farlo con le risorse pubbliche, non perché non abbiamo a disposizione questa cifra, ma per la velocità. La macchina che si è messa in moto è velocissima».

Ceriscioli rivolgendo un appello alla solidarietà degli imprenditori marchigiani aveva spiegato che «solo attraverso le donazioni possiamo arrivare al risultato». «La scelta di impegnarsi in questa direzione permetterà di realizzare qualcosa in grado di salvare la vita di molti marchigiani».

L’Iban per le donazioni

Intanto lo staff di Bertolaso e i volontari dell’Ordine di Malta stanno lavorando per realizzare il prima possibile la struttura ospedaliera temporanea per la quale è stata individuata come sede l’Ente Fiera di Civitanova Marche, una struttura nuova che in 15 giorni dall’inizio dei lavori potrebbe già essere pronta, come aveva dichiarato ieri l’assessore regionale Angelo Sciapichetti al termine dei sopralluoghi.

Ecco l’Iban per le donazioni: IT41D0200805038000105867301 UNCRITM1Y82, intestato alla Fondazione Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta. Nella causale Emergenza Covid-19 Marche.