Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Covid: Marche in zona arancione dal 6 aprile, c’è la conferma di Acquaroli

La nostra regione torna in fascia arancione da martedì. Lo ha appena confermato il governatore. La curva scende lentamente

Francesco Acquaroli, presidente Regione Marche

ANCONA – Le Marche tornano in zona arancione dal 6 aprile. Lo conferma il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli come anticipato anche dalla bozza del report settimanale della cabina di regia, dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute.

Le Marche, sono classificate a rischio moderato tendenziale alto. Nelle ultime due settimane la curva dei contagi è in flessione, seppure lentamente, e l’indice Rt è sceso a 1,04, da 1,15 della settimana precedente.

Nell’ultima settimana sono stati registrati complessivamente 1.054 casi in meno rispetto a quella precedente, inoltre i dati mostrano che nelle Marche si sono registrati mediamente 234 contagi su 100 mila abitanti e solo la provincia di Ancona supera con 254.

A calare è anche la pressione sulle strutture ospedaliere: i dati di oggi mostrano che sono 142 i posti occupati in terapia intensiva, il 56,8% di quelli disponibili, mentre nelle due settimane precedenti i valori erano al 61% e al 60%. La soglia di occupazione in area medica è di 793, con il 58% dei letti occupati, mentre nelle due settimane precedenti l’occupazione era al 64% e al 59%.

Un’uscita dalla terza ondata che sarà graduale, secondo gli esperti dell’Osservatorio epidemiologico della Regione Marche, anche in seguito alla variante inglese che interessa il 90% dei marchigiani contagiati.