Nuovo Citroen C5 Aircross Hybrid Plug-in
Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Marche Pride, il comitato organizzatore sul diniego della Regione al patrocinio: «Non è movimento politico, ma iniziativa culturale»

La replica del comitato organizzatore al diniego del patrocinio all'evento che si terrà il 18 giugno a Pesaro, da parte della Regione, dopo l'interrogazione dei dem

ANCONA – «Il Marche Pride non è un sindacato, un partito politico e tantomeno un movimento politico assimilabile.
Il Marche Pride è un’iniziativa culturale e di civiltà, totalmente in linea con quelli che sono i principi e con le finalità istituzionali della Giunta Regionale». Così il coordinamento Marche Pride in una nota stampa sul rifiuto della Regione di concedere il patrocinio all’iniziativa che quest’anno si terrà a Pesaro il 18 giugno.

La questione è stata oggetto di una interrogazione in Consiglio regionale a iniziativa dei consiglieri dem Manuela Bora, Antonio Mastrovincenzo, Maurizio Mangialardi, Andrea Biancani, Romano Carancini, Anna Casini e Micaela Vitri.
Nella nota stampa il comitato organizzatore dell’evento sottolinea «ci dispiace che la Giunta Regionale nasconda il suo pensiero dietro a delle scuse di natura tecnica. Da parte di un’Istituzione così importante per noi avremmo preferito trasparenza ed onestà intellettuale».

«La manifestazione in oggetto presenta i caratteri di un evento politico, come testimoniato dal “documento politico” allegato alla richiesta che descrive i principi sociali, culturali e soprattutto di valenza politica su cui si fonda l’evento stesso e l’attività del comitato organizzatore». riferisce il comitato nella nota stamp, facendo riferimento alla risposta della Regione che «pertanto, nonostante il rilievo dell’evento spiace comunicare che l’istanza non può essere accolta
per le ragioni sopra esposte».

Nella nota si evidenzia la manifestazione vedrà «numerosi eventi di stampo culturale unici nel loro genere», ma che nonostante questo «tristemente l’Assessore Castelli ripete quanto già avevamo appreso, ribandendo che il diniego ha
carattere puramente amministrativo ed è legato ai casi di non concedibilità. E’ per noi evidente che le motivazioni non sono queste. Infatti il Marche Pride ricevette il patrocinio non oneroso nella sua prima edizione del 2019 ad Ancona ed in quell’occasione era già vigente la medesima normativa» richiamata «da Becchetti e dall’Assessore Castelli» nella loro risposta.

Il comitato organizzatore fa notare però «nostra iniziativa ha inoltre già raccolto diversi patrocini, tra cui quello della Commissione Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche, Garante Regionale dei diritti della Persona,
Ordine degli assistenti sociali delle Marche, Comune di Pesaro, Comune di Fano, Città di Vallefoglia, Comune di Fermignano, Comune di Urbania, Comune di Urbino e Comune di San Costanzo».

Ecco gli appuntamenti

Il 15 giugno Mario Mieli: arte e rivoluzione. La giornata della Marche Pride Week 2022 a Fano è interamente dedicata alla figura dell’attivista omosessuale Mario Mieli (1952-1983) e della sua importanza storica e artistica. La sua vita di attivista e saggista. La sua arte e la sua rivoluzione. Lo faremo in compagnia di Mario Colamarino Presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli di Roma dalle ore 18 al Cinema Politeama. Partiremo con la proiezione del film “Gli anni amari” (2019, Drammatico/Biografico) e proseguiremo con un’ apericena preparata per l’occasione da L’uccellin ben verde e seguente dibattito. Alle ore 21 termineremo con la proiezione (la terza in Italia, la prima nelle Marche) de “La faraona” (2021, Documentario). L’intero evento ha un costo di 15 euro e comprende la visione dei due film e il costo dell’apericena. Il costo varia se si decide di partecipare solo ad una parte dell’evento (es. ad una sola delle due
proiezioni). L’evento è organizzato con il patrocinio ed il contributo economico del Comune di Fano.

Il 16 giugno sarà la volta di QualcunƎ pensi allЗ Bambin3. Unattivista transfemminista e unattivista Queer entrano in uno stabilimento balneare… no, niente “SPLASH!”. Non è una barzelletta ma quello che succederà giovedì 16 giugno alle ore 19 presso lo Chalet. Brasil di San Benedetto del Tronto. Marche Pride, Abruzzo Pride, Liberə Tuttə, Collettivo Malelingue, Rete Donne Transfemminista. di Arcigay Pesaro Urbino e Comunitrans – Gruppo Trans Ancona si raccoglieranno attorno ad un drink e parleranno di educazione ed intersezionalità. Sarà un dibattito, porteremo contenuti, amplieremo la portata della discussione a quelli che sono terreni comuni di lotte necessariamente intersecate tra loro. Parleremo di educazione, partendo dalle basi, dalle pratiche, dalle esperienze che ogni territorio
ed ogni gruppo ha da offrire. Parleremo di istituzioni valorizzando gli strumenti che già ci sono, tematizzandone i limiti e osservando i tanti passi che ancora si devono fare.
L’evento si muove con l’intento di ampliare l’angolo visuale, tematizzando la trasversalità di un momento storico in cui la comunità LGBTQIAP*+ e quella Transfemminista si incontrano sotto una stessa bandiera, quella della lotta al sessismo e al patriarcato eterocis-normato.

Il 17 giugno C’è un soffio di vita soltanto. Lucy ha novantasei anni, nella sua casa le foto ingiallite dal tempo raccontano l’adolescenza di un ragazzo che all’epoca si chiamava Luciano e stava per vivere il periodo più terribile della sua vita. Lucy è la donna transessuale più anziana d’Italia, una dei pochi sopravvissuti al campo di concentramento di Dachau ancora in vita. Con la sua vita racconta il Novecento, gli eventi di un’esistenza turbolenta diventano la
metafora di un’umanità che non si arrende e fa tesoro del più grande dono della Storia: la memoria. Noi celebreremo questa memoria assistendo alla prima proiezione regionale del docufilm “C’È UN SOFFIO DI VITA SOLTANTO” di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini. Venerdì 17 giugno 2022 alle ore 21:00 presso il cinema Azzurro ad Ancona.
Seguiranno interventi ed un momento di riflessione. Biglietto ingresso unico 5€. Per qualsiasi informazione: ancona@arcigay.it o via social.

Il Marche Pride Week si concluderà sabato 18 giugno con la giornata del Pride.
10.30-11.30 alla Sala del Consiglio Comunale di Pesaro – Conferenza stampa del Marche Pride con
ospiti politici regionali
11.45-12.45 alla Sala del Consiglio Comunale di Pesaro – Presentazione del Libro “Fuori i nomi!”
del giornalista Simone Alliva con l’autore presente
16-17.00 a Piazzale della Libertà – Punto di ritrovo per il corteo del Marche Pride
17.00-18.30 Corteo del Marche Pride da Piazzale della Libertà a Campo di Marte
18.30-20 Interventi delle associazioni e artistici a Campo di Marte
Terminato il pomeriggio il Marche Pride continuerà con il Marche Pride Party – Finimondo.
Dalle ore 20:30 a Villa Piccinetti party con animazione, Drag Queen, Live Perfomance e la musica
dei nostri DJ che ci terranno compagnia dalla cena in poi.
Possibilità di cenare e ingresso per il dopo cena dalle ore 22:00.