Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Ancona, maltratta la fidanza: ammonito un 35enne

Il provvedimento necessario in quanto l’uomo, già pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, ha posto in essere una serie di condotte prolungate nel tempo, reiterate, di violenza fisica e psicologica

(foto Adobe Stock)

ANCONA – Un “ammonimento” per maltrattamenti, firmato dal Questore Capocasa, su istruttoria della Divisione Anticrimine, è stato notificato nei giorni scorsi dai poliziotti della Questura di Ancona, nei confronti di un cittadino nigeriano, di circa 35 anni, resosi responsabile di condotte ascrivibili ai reati di maltrattamenti e violenza domestica nei confronti della compagna.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto l’uomo, già pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, ha posto in essere una serie di condotte prolungate nel tempo, e reiterate, di violenza fisica e psicologica, nei riguardi della parte offesa.

 Al termine dell’attività istruttoria, il questore di Ancona Capocasa, ha emesso il provvedimento dell’ammonimento  ex art. 3  del Decreto Legge 14 agosto 2013 n.93, intimando al soggetto di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva nei riguardi della parte lesa, la fidanzata. La misura di prevenzione nota come “Ammonimento del Questore”, costituisce un efficace deterrente volto a contrastare il fenomeno dei maltrattamenti, per evitare che degeneri in condotte aggressive, sia di tipo fisico che di tipo psicologico, a volte con esiti drammatici, come desumibile dalla cronaca quotidiana. Rammentiamo che per azionare questo tipo di tutela la segnalazione non deve necessariamente provenire dalla vittima del reato, ma chiunque sia a conoscenza di situazioni di questa gravità, può  segnalare alle Forze dell’Ordine i maltrattamenti subiti dalla parte lesa.