Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Covid, primo report del Piano di monitoraggio nelle scuole: 1 positivo su 715 test salivari

Questo è l'esito del primi tamponi salivari molecolari eseguiti nelle scuole sentinella delle Marche dal 15 al 26 settembre. Obiettivo del piano nazionale è quello di frenare sul nascere lo sviluppo di focolai

Giorgia Latini, assessore regionale all'Istruzione

ANCONA – Dal 15 al 26 settembre nelle scuole sentinella delle Marche è risultato positivo al Covid un solo tampone salivare molecolare su 715 test eseguiti. Lo fa sapere l’assessore regionale all’Istruzione, Giorgia Latini. Un primo report, trasmesso dal servizio Sanità della Regione, sul piano di monitoraggio nazionale di contrasto al Covid, attivato con la ripresa delle lezioni in presenza, negli istituti scolastici delle Marche.

Sono 93 le scuole in cui viene eseguita la campionatura ogni due settimane, con l’obiettivo di isolare tempestivamente eventuali positivi ed evitare lo sviluppo di focolai che possono mettere a rischio la prosecuzione delle lezioni in presenza.

«Un monitoraggio che proseguirà come programmato, per garantire la sicurezza negli istituti scolastici e la continuità didattica – sottolinea Giorgia Latini – Il nostro obiettivo è scongiurare la didattica a distanza, penalizzante per la qualità dell’istruzione e per la socialità dei ragazzi che sui banchi di scuola apprendono e si formano interagendo con la comunità scolastica».

Nella nostra regione i test salivari sono eseguiti su 852 alunni delle scuole primarie (elementare) e su 536 studenti delle scuole secondarie di primo grado (medie). I test vengono somministrati da personale sanitario con cadenza quindicinale e interessano sia studenti vaccinati che non vaccinati nella fascia d’età della popolazione studentesca che va dai 6 ai 14 anni, ruotando gli studenti coinvolti nelle varie scuole.