Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il Covid nelle Marche, incidenza in calo. Negli ospedali ricoveri sotto la media nazionale

La curva epidemiologica continua la sua flessione anche questa settimana. Negli ospedali sia nei reparti intensivi che in quelli non intensivi, i ricoverati positivi al virus sono in calo

profession, people, healthcare, reanimation and medicine concept - group of medics or doctors carrying hospital gurney to emergency room

ANCONA – Continua il trend in flessione dell’incidenza dei casi positivi al Covid-19 nelle Marche. Rispetto ad una settimana fa i contagi da Sars-Cov-2 sono in calo e l’incidenza da 654,79 a 573,90 su 100mila abitanti. Un miglioramento del quadro pandemico che si riflette anche a livello ospedaliero, dove il numero dei pazienti positivi al virus ricoverati scende ancora.

Nei reparti di Terapia Intensiva degli ospedali marchigiani, dove sono presenti complessivamente 3 pazienti, si registra un calo e la saturazione dei degenti Covid scende dal 2,2% all’1,3%. Un dato più basso rispetto a quello medio nazionale che si attesta al 4%.

In calo anche l’occupazione nei reparti di Area Medica, dove sono ricoverate complessivamente 117 persone positive al virus, 33 in meno rispetto alla settimana scorsa quando erano 150: l’occupazione passa dal 14,9% all’11,7%. Il dato è più basso rispetto alla media nazionale che è a quota 13%.

Il report Gimbe

Nella settimana dal 4 al 10 maggio secondo l’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe nelle Marche si è registrata una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi al coronavirus su 100mila abitanti (416) e una diminuzione dei nuovi casi (-23,2%) rispetto alla settimana precedente.

Ascoli Piceno con 818 casi su 100mila abitanti è il capoluogo di provincia che segna il numero maggiore di contagi, anche se in calo del 26,2% rispetto alla settimana precedente. Subito dietro le province di Fermo 626 (-23%), Macerata 607 (-16%), Ancona 550 (-20%) e Pesaro e Urbino 480 (-29,7%) che vede il minor numero di casi positivi al Sars-Cov-2.

Sul fronte ospedaliero le Marche sono sotto la media nazionale sia in Area medica (13%) che in terapia intensiva (1,7%), mentre guardando ai dati delle vaccinazioni anti-Covid secondo il monitoraggio della Fondazione Gimbe la popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 20,1% (media Italia 34,4%) a cui aggiungere un ulteriore 2,3% che ha ricevuto solo la prima dose.

La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari all’8,1% (media Italia 7%) a cui si aggiunge quella guarita dal Covid da meno di 180 giorni (6,7%). La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino ammonta al 4,8% (media Italia 5,9%) mentre i guariti da meno di 120 giorni in questa fascia d’età sono il 13,2%. Il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 12,9% (media Italia 21%), mentre quello per over 80, ospiti Rsa e fragili fascia 60-79 anni è del 4,5% (media Italia 8,7%).

© riproduzione riservata